Mostra su Gesù. Il corpo, il volto nell’arte Stampa
Scritto da Laura Genovese   
Venerdì 09 Aprile 2010 00:00
gesu.jpgIn occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone a Torino, presso La Venaria Reale, si è aperta il 1 aprile 2010 la mostra Gesù: Il corpo. Il volto nell’arte”. Le opere esposte, comprendenti un nucleo di capolavori prestati per l’avvenimento dai più importanti musei, chiese e collezioni italiane ed europee, sono organizzate in un percorso inteso a riscoprire la centralità del corpo nel pensiero europeo: la mostra analizza l’interesse che la persona fisica di Gesù ha suscitato nell’arte occidentale. ( Foto a sx La sacra sindone).
Sono esposti 180 capolavori della pittura e della scultura dal periodo paleocristiano al Barocco. Si potranno ammirare le opere di grandi maestri come Andrea Mantegna, Luca della Robbia, Giovanni Bellini, Antonio del Pollaiolo, Correggio, Giorgione, Paolo Veronese, Tintoretto, Annibale e Ludovico Carracci, Guercino, Donatello, Rubens e Michelangelo.
La mostra, realizzata sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, curata da Mons. Timothy Verdon, professore di Storia dell’arte presso la Stanford University di Firenze,Canonico della Cattedrale di Santa Maria del Fiore di Firenze,tra i massimi conoscitori di arte sacra. E’ coadiuvato da un Comitato scientifico composto da Lucetta Scaraffia dell’Università La Sapienza di Roma,Michele Bacci dell’Università di Siena,Andrea Longhi del Politecnico di Torino e Andrea Gianni dell’Associazione Sant’Anselmo di Milano. Alla cura della mostra partecipano anche Mons.Giuseppe Ghiberti, vice presidente del Comitato per l’Ostensione della Sindone, in rappresentanza dell’Arcidiocesi di Torino e Silvia Ghisotti, responsabile dell’Ufficio Conservazione La Venaria Reale. Questa mostra gode anche dell’appoggio dell’Arcivescovo di Torino il Cardinale Severino Poletto e del Segretario di Stato del Vaticano il Cardinale Tarcisio Bertone. Il progetto scientifico è sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali tramite la Soprintendenza per i Beni Storico-artistici ed etnoantropologici del Piemonte.La mostra sarà aperta fino al 1 agosto 2010.