Arte Basel numero 40 Stampa
Scritto da Redazione   
Lunedì 08 Giugno 2009 00:00
Dal 10 al 14 giugno 2009 si terrà per la 40a volta nella città dalle ricche tradizioni culturali di Basilea (Svizzera) la Art Basel. Quale più importante Mostra d’arte del mondo, essa è il punto d’incontro annuale del mondo dell’arte internazionale. Quest’anno le oltre 300 gallerie espositrici sono state selezionate tra un numero record di oltre 1100 candidate provenienti da tutto il mondo. Esse proporranno opere d’arte di più di 2500 artiste e artisti del XX e del XXI secolo. Altri momenti culminanti saranno costituiti dal padiglione espositivo Art Unlimited con i suoi 60 progetti in formato gigante e dai Public Art Projects sulla piazza antistante la Mostra.

La manifestazione più spettacolare di quest’anno sarà la mostra collettiva “Il Tempo
del Postino” al Teatro di Basilea dei curatori Hans Ulrich Obrist e Philippe Parreno, una presentazione sperimentale che occupa tempo anziché spazio e che mostra su un palcoscenico teatrale rappresentazioni susseguenti di lavori artistici basati sul tempo. Gli artisti partecipanti sono, tra gli altri, Doug Aitken, Matthew Barney & Jonathan Bepler, Tacita Dean, Thomas Demand, Trisha Donnelly, Olafur Eliasson, Peter Fischli / David Weiss, Liam Gillick, Dominique Gonzalez-Foerster, Douglas Gordon, Carsten Höller, Pierre Huyghe, Koo Jeong-A, Philippe Parreno, Anri Sala, Tino Sehgal e Rirkrit Tiravanija & Arto Lindsay.. Nei musei basilesi verranno nuovamente offerte affascinanti mostre e un nutrito programma di manifestazioni.
La Art Basel, fondata da un gruppo di galleristi locali, si è svolta per la prima volta nel 1970
ed è divenuta da allora la più prestigiosa Mostra d’arte del mondo. La 40a edizione della
Art Basel inizia il 9 giugno con un vernissage per ospiti invitati e aprirà i battenti al pubblico generale dal 10 al 14 giugno. Questo importante punto d’incontro del mondo dell’arte internazionale attira ogni anno oltre 60.000 artisti, collezionisti, galleristi, curatori e appassionati d’arte di tutto il mondo, tutti ansiosi di vedere questa offerta rigorosamente selezionata del mercato dell’arte internazionale e di incontrare i protagonisti della scena artistica internazionale. Più di 2300 operatori mediatici riferiscono sulla Art Basel, la cui grande rinomanza deriva dall’elevata qualità e dalla varietà dei lavori artistici esposti.

La Art 40 Basel presenterà tutte le forme di espressione artistica; il repertorio spazia dalla pittura, i disegni, le edizioni e le sculture alle installazioni, la fotografia e la performance fino alla Internet art e alla video art. Le opere di artisti in ascesa per qualche migliaio di franchi verranno esposte accanto a capolavori in qualità museale del valore di diversi milioni di franchi.

Alla Art Basel esporranno più di 300 tra le principali gallerie del mondo (troverete l’elenco degli espositori su
www.artbasel.com/galleries). Esse sono state selezionate secondo severissimi criteri dall’Art Basel Committee, una giuria internazionale composta da esperti galleristi. Tra le gallerie nei settori Art Galleries, Art Statements, Art Premiere e Art Edition, selezionate tra un numero record di oltre 1100 candidate, 75 provengono dagli USA, 56 dalla Germania, 33 dalla Svizzera, 28 dalla Gran Bretagna, 26 dalla Francia, 22 dall’Italia, 9 dalla Spagna, 8 dal Belgio, 7 dall’Austria, 5 dal Giappone, 4 rispettivamente dal Brasile, dalla Cina e dalla Polonia, 3 dall’Olanda, 2 rispettivamente dalla Danimarca, dall’Irlanda, dal Canada, dal Messico, dalla Norvegia e dalla Corea del Sud e 1 rispettivamente dall’Argentina, dalla Finlandia, dall’India,
da Israele, dalla Russia, dal Sudafrica, dalla Svezia, da Taiwan e dalla Turchia.

Art Galleries
Il 99 percento degli espositori dello scorso anno si è ricandidato per il settore Art Galleries.
La rimarchevole lista dei partecipanti sarà rinforzata quest’anno da Johann König (Berlino),
Dvir Gallery (Tel Aviv), Vitamin Creative Space (Guangzhou), Nils Staerk Contemporary Art (Copenaghen) e J Crist Gallery (Boise, USA). La lista delle gallerie che espongono arte classica del XX secolo sarà completata da Knoedler & Company (New York), la Galerie Zlotowski (Parigi) e la Galerie Susanne Zander (Colonia). Agli specialisti delle Art Edition si aggiungeranno la Galerie Helga Maria Klosterfelde (Amburgo) e la Galerie de Multiples (Parigi), e la lista delle gallerie d’arte fotografica verrà ampliata dalla ripetuta partecipazione della Galerie Zur Stockeregg (Zurigo). Dopo una breve pausa ritornano alla Art Basel anche la David Nolan Gallery (New York), Raucci / Santamaria (Napoli), Greene Naftali (New York), Stuart Shave / Modern Art (Londra) e Team Gallery (New York).

Art Statements
Gallerie emergenti di tutto il mondo presentano quest’anno nel settore Art Statements 27 progetti di singoli artisti. Le opere esposte sono nuove e di solito appositamente realizzate per questo settore promozionale molto apprezzato. Dal 1999 il gruppo di assicurazioni Bâloise assegna il Premio artistico Bâloise, pari a CHF 25.000 per ognuno dei due migliori progetti di Art Statements. Quest’anno il Premio è stato portato a un totale di CHF 60.000, ossia CHF 30.000 per ogni artista. Il gruppo di assicurazioni Bâloise acquista inoltre opere degli artisti premiati e le dona a due importanti musei in Europa.

Art Premiere
Il settore Art Premiere si concentra sugli aspetti curatorali dell’attività galleristica e presenterà quest’anno 19 progetti. I progetti propongono un dialogo artistico tra due artisti di generazioni diverse, la presentazione di un singolo artista oppure materiale eccezionale concernente la
storia dell’arte, una nuova possibilità nell’ambito di questo settore.

Art Unlimited
Il settore Art Unlimited mostra circa 60 lavori artistici particolarmente impegnativi. Molte delle opere esposte vengono appositamente realizzate per la Art 40 Basel. Questa piattaforma offre agli artisti la possibilità di esporre opere d’arte che non possono essere alloggiate negli stand espositivi per motivi spaziali, temporali, tecnici, finanziari, contestuali o concettuali. Si potranno vedere
e acquistare in particolare opere d’arte innovative e in formato gigante, dalle sculture e le installazioni sovradimensionate alle videoproiezioni, le pitture murali e le performance. Molte delle opere esposte vengono appositamente realizzate per Art Unlimited. Questa esposizione è stata nuovamente concepita in collaborazione con il curatore ginevrino Simon Lamunière.

Public Art Projects
Il recinto espositivo sulla Piazza della Fiera davanti ai padiglioni fieristici nei quali si svolge la
Art Basel sarà nuovamente un palcoscenico per progetti artistici nello spazio pubblico. Questo settore vuole collocare l’arte in un contesto urbano con le opere d’arte qui presentate e suscitare un’interazione con il pubblico. Quest’anno verranno presentate otto opere di artisti di fama internazionale, ovvero Valentin Carron, General Idea, Mark Handforth, Jeppe Hein, Gabriel Kuri, Mathieu Mercier, John McCracken e Ken Price. Questo settore è stato di nuovo concepito dal curatore basilese Martin Schwander.

Il Tempo del Postino
Una delle manifestazioni più spettacolari all’edizione di quest’anno della Art Basel sarà la rappresentazione de “Il Tempo del Postino” al Teatro di Basilea. Il quotidiano britannico The Independent ha elogiato questo spettacolo unico nel suo genere dopo la sua prima e unica rappresentazione a Manchester nel 2007, definendolo la “prima opera di artisti del mondo”.
Un gruppo di artisti figurativi di spicco a livello mondiale ha realizzato congiuntamente una presentazione sperimentale.

“Il Tempo del Postino” è stato curato da Hans Ulrich Obrist e Philippe Parreno come mostra collettiva che occupa spazio anziché tempo e che propone rappresentazioni consecutive di lavori artistici basati sul tempo su un palcoscenico teatrale. Ognuno degli oltre 15 artisti presenta una pièce di diversa lunghezza. La rappresentazione de “Il Tempo del Postino” a Basilea è diretta da Hans Ulrich Obrist, Philippe Parreno, Anri Sala e Rirkrit Tiravanija.

Oltre agli artisti che hanno partecipato a Manchester, ossia Doug Aitken, Matthew Barney & Jonathan Bepler, Tacita Dean, Trisha Donnelly, Olafur Eliasson, Liam Gillick, Dominique Gonzalez-Foerster, Douglas Gordon, Carsten Höller, Pierre Huyghe, Koo Jeong-A, Philippe Parreno, Anri Sala, Tino Sehgal e Rirkrit Tiravanija & Arto Lindsay, per la rappresentazione a Basilea vi sarà nuovi contributi di Thomas Demand e Peter Fischli / David Weiss. Il design grafico per la rappresentazione di Manchester è stato concepito da Peter Saville, mentre il design per
Basilea è opera di Ludovic Balland.

Art Basel Conversations e Art Lobby
Dal 10 al 13 giugno verranno invitati ogni mattina per le Art Basel Conversations esponenti di rilievo della scena artistica internazionale. In occasione della prima delle Art Basel Conversations il curatore Sir Norman Rosenthal terrà un colloquio con l’artista Jeff Koons. Altri temi saranno “Artistic Production: Collecting Performance” (Produzione artistica: il collezionismo di performance), “The Future of the Museum: Digital Frontiers” (Il futuro del museo: frontiere digitali)
e “Public/Private: Institutions: A Time of Crisis – and Opportunity?” (Pubblico/privato: instituzioni:
un tempo di crisi – e di opportunità?). Nel forum Art Lobby si svolgerà inoltre ogni pomeriggio un programma con sei colloqui con artisti, firme di libri, tavole rotonde e altri eventi.

Art Film
Il programma di Art Film presenta nuovamente allo Stadtkino di Basilea un‘eccellente selezione
di film. This Brunner, un collezionista e un profondo conoscitore della scena cinematografica internazionale, mostrerà il giovedì sera il film “Picasso & Braque Go to the Movies” (2008) di Arne Glimcher. Il restante programma di Art Film, con numerosi cortometraggi e video di artisti con i temi “New Landscapes”, “Rediscovery”, “Bending Identities” e “Storylines”, è curato dal filmologo Marc Glöde, che vive a Berlino.

Art Basel Weekend
Dal 12 al 14 giugno 2009 la Art 40 Basel celebrerà l’Art Basel Weekend con manifestazioni speciali (mostre personali, performance, firme di libri, ecc.) presso gli stand delle gallerie partecipanti. Nell’ambito delle Art Basel Conversations e di Art Lobby si terranno durante il fine settimana diverse tavole rotonde e presentazioni destinate ai conoscitori d’arte. Nei musei
basilesi verrà offerto un ricco programma di manifestazioni con visite guidate speciali, colloqui
e performance.

Catalogo Art Basel
Un Catalogo dalla raffinata veste grafica, che è stato pubblicato in maggio del 2009 dall’editore Hatje Cantz Verlag, accompagnerà i visitatori attraverso la Art Basel. Questa pubblicazione riccamente illustrata contiene immagini di circa 600 opere d’arte, dall’arte moderna classica
alla più recente produzione artistica del presente. Per la mostra Art Unlimited verrà pubblicato
un Catalogo separato disponibile alla Art Basel.

Gli sponsor della Art Basel
UBS ha una lunga e ricca tradizione nella promozione dell’arte ed è convinta che l’arte consente
di vedere il mondo in modo nuovo e di acquisire conoscenze.. La banca è da 16 anni sponsor principale della Art Basel. “Guardiamo indietro con soddisfazione a una partnership pluriennale con la Art Basel e Art Unlimited”, afferma Francesco Morra, CEO Svizzera, UBS Wealth Management & Swiss Bank. “La promozione dell’arte è profondamente radicata nella nostra cultura aziendale, e con le partner-ship culturali ci impegniamo per rendere l’arte accessibile a un vasto pubblico.” Gli importanti Associate Sponsors che continuano a sostenere la Art Basel sono: Cartier, Netjets e AXA Art Assicurazione. Art Basel viene anche sostenuta da Baloise Holding, ZURICH Assicurazioni e Vitra. Le berline VIP vengono messe a disposizione da Volkswagen.

I musei a Basilea
Le mostre nei musei di Basilea e dei dintorni saranno nuovamente straordinarie. Presso la Fondation Beyeler di Riehen/Basilea si potrà vedere “Giacometti”; al Kunstmuseum Basel: “Vincent van Gogh, tra cielo e terra: i paesaggi”; allo Schaulager: “Da Holbein a Tillmanns”;
al Museo Jean Tinguely: “Armatura e abito da sera”; al Kunstmuseum Basel – Museo d’arte contemporanea: “Piccolo teatro dei gesti”; alla Kunsthalle Basel le mostre personali di Danh Vo
e di Lucy Skaer dal titolo “A Boat Used as a Vessel”. (troverete una lista completa delle mostre dei musei su
www.museenbasel.ch).