GLI ULTIMI GIORNI DI CRISTOFORO COLOMBO Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 31 Gennaio 2017 00:00

 “Andò alla finestra e con grande piacere si accorse che vedeva molto meglio: quel breve riposo era stato davvero salutare. Il panorama era stupendo: vasto, aperto, maestoso. In poco spazio sembrava riassumere tutta la bellezza, la grazia e la potenza delle sue Indie”. Valladolid, maggio 1506.Cristoforo Colombo, l’Ammiraglio del Mare Oceano, malato, giace a letto; sa che per lui sta arrivando la fine. Circondato dai suoi affetti più cari, in tre giorni, Colombo ripercorre le tappe della sua avventurosa esistenza. Personaggi reali, avvenimenti del presente e ricordi lontani ruotano come in un carosello: la genesi del suo progetto, le lunghe trattative con il re del Portogallo prima e con i re di Spagna poi, i rapporti con i figli e l’amatissimo fratello Bartolomeo, gli amici, le donne della sua vita: Felipa, la moglie; Beatrice, la più amata; la signora di Gomera con la quale ha avuto una travolgente avventura. E poi i viaggi transatlantici e le scoperte, le vittorie e le sconfitte che ha affrontato sempre sorretto da un’incrollabile fede. “Gli ultimi giorni dell'ammiraglio” di Ilaria Luzzana Caraci (Mursia) è un avvincente romanzo in cui scorre la vita dell’uomo che ha cambiato la storia, aprendo la via verso il Nuovo Mondo. Ilaria Luzzana Caraci ha insegnato Geografia e Storia delle Esplorazioni nelle Università di Roma la Sapienza, Genova e infine di Roma Tre. Ha fondato e diretto il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici e il periodico “Geostorie”. Autrice di studi sui grandi viaggiatori italiani dei secoli XIV e XV e sulla storia della scoperta del Nuovo Mondo, con Mursia ha pubblicato nel 2009 Al di là di altrove, saggio sulla storia delle esplorazioni.