Il meraviglioso viaggio di Nils Holgersson Stampa
Scritto da Livia Borghetti   
Giovedì 14 Dicembre 2017 12:57

3 cover altaNils è ribelle, svogliato, inconcludente, dispettoso, soprattutto con gli animali della piccola fattoria dei genitori. Ma finisce per suscitare la nostra simpatia e clemenza perché il suo “meraviglioso viaggio” non è solo nello spazio ma anche una sua rieducazione e riabilitazione, una crescente consapevolezza delle bellezze della natura e dell’umanità che lo circonda, del valore dei sentimenti e del rispetto, gentilezza e riconoscenza, doti nobili che Nils non ha mai provato. L’atroce castigo che subisce da un folletto che lui ha bistrattato lo riduce in minuscola dimensione e vulnerabile, ma col pregio di capire il linguaggio degli animali ed interloquire con loro. Una storia senza tempo ed attualissima, un grande insegnamento arricchito dalla bellezza descrittiva dei paesaggi svedesi che il protagonista sorvola ed incontra in volo in groppa a ……… Riuscirà a superare le prove che lo attendono, guadagnarsi il perdono del folletto e ritornare un ragazzo dalla statura normale e con l’animo migliore? Meglio non svelare troppo e lasciarsi avvincere dalla penna magistrale e dalla fantasia di Selma Lagerlöf (1858-1940), la prima donna ad aver vinto il Premio Nobel per la letteratura.  

 Il classico per l’infanzia più amato nel Nord Europa finalmente in versione integrale è proposto da Iperborea in una nuova traduzione dallo svedese di Laura Cangemi.

Iperborea è stata fondata da Emilia Lodigiani nel 1987 con il preciso obiettivo di far conoscere la letteratura dell'area nord-europea in Italia. Primi a esplorarla in maniera sistematica, con vasta libertà di scelta e una produzione di altissima qualità, che spazia dai classici e premi Nobel, inediti o riproposti in nuove traduzioni, alle voci di punta della narrativa contemporanea. Oltre ai paesi scandinavi (Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia), Iperborea pubblica la narrativa dell'area nederlandese, estone, islandese (incluse le antiche saghe medioevali) e dal 1998 una collana di saggi letterari per offrire al lettore spunti di approfondimento. Nel 2010 ha lanciato una nuova collana di gialli, Ombre, caratterizzati dalla consueta attenzione alla scrittura, ai temi etici, sociali e politici del nostro tempo. Agli autori di maggior successo, Arto Paasilinna, 120.000 copie superate con L'anno della lepreBjörn Larsson100.000 copie con La vera storia del Pirata Long John Silver, si affiancano i nomi più noti della letteratura nordeuropea.

Torna a Milano il festival “I Boreali” dedicato alla cultura nordeuropea: dal 22 al 25 febbraio 2018 quattro giornate al Teatro Franco Parenti di incontri con i grandi scrittori, film in lingua originale sottotitolati, musica e concerti, performance, approfondimenti culturali, corsi di lingua e molto altro.

www.iperborea.com