Le perdite nel mondo dello spettacolo nel 2018 Stampa
Scritto da chiara Marcon   
Venerdì 04 Gennaio 2019 00:00

 Il 2018 si apre con un grave lutto nel mondo della tv e non solo: il 5 gennaio muore Marina Ripa di Meana, all'età di 76 anni. Trasgressiva e provocatrice, combatteva contro il cancro da anni. Il piccolo schermo perde un suo grande protagonista a marzo: il 26, infatti, muore Fabrizio Frizzi, stroncato da un'emorragia cerebrale. Anche il cinema nel 2018 dice addio a gradi nomi: malato da diverso tempo, il 15 aprile muore a 88 anni il regista Vittorio Taviani mentre a luglio si spegne Carlo Vanzina regista, sceneggiatore produttore. Bernardo Bertolucci è morto invece il 26 novembre. “Novecento”, “L’ultimo tango a Parigi”, “L’ultimo imperatore” (che ha vinto, nel 1988, 9 premi Oscar tra i quali miglior regia e miglior sceneggiatura). Sono solo alcuni dei numerosi capolavori diretti da Bertolucci, regista, sceneggiatore e poeta, scomparso a 77 anni. Il teatro nel 2018 piange, infine, Paolo Ferrari. Aveva lavorato con registi come Blasetti, Zeffirelli e Petri. Per quanto riguarda il cinema, Paolo Sorrentino nel 2018 consegna al pubblico "Loro 1", in sala dal 25 aprile, a cui seguirà il 10 maggio "Loro 2", distribuito da Universal Pictures. All'ottavo lungometraggio - e dopo "The Young Pope", serie HBO con Jude Law - il regista napoletano si è cimentato con un affresco grottesco e feroce dell'Italia berlusconiana, dal 2006 al 2010.