Danze invisibili - L’orecchio che danza è un progetto di Lorena Dozio Stampa
Scritto da Redazione   
Venerdì 17 Gennaio 2020 00:00

Danze invisibili - L’orecchio che danza è un progetto di Lorena Dozio, vincitore del concorso cantonale Repubblica Canton Ticino e RESO (Rete danza svizzera 2019) per la Mediazione in Danza. Danze invisibili è un’installazione sonora e coreografica che si interroga sul prima e sul dopo della creazione di uno spettacolo. Lo spettatore diventa attore delle sue stesse danze invisibili, che sente, immagina e visualizza nella propria mente.
Grazie all’utilizzo di un lettore MP3, lo spettatore vivrà due esperienze: una grazie ad un’audioguida e la seconda grazie ad una serie di audiodescrizioni di frammenti di quattro opere coreografiche.

Sabato 18 e domenica 19 gennaio al Teatrostudio del LAC l’installazione è aperta al pubblico dalle 10:15 alle 18:00 con otto postazioni disponibili.
L’esperienza è consigliata a partire dagli 11 anni e si terrà in italiano e francese.
L’evento è gratuito, prenotazione sul sito 
www.edu.luganolac.ch

Danze Invisibili è una produzione Crile, in coproduzione con LAC Lugano Arte e Cultura, GRAME (Générateur de Ressources et d’Activités Musicales Exploratoires) Lione.

Lorena Dozio

È artista in residenza al LAC all’interno del progetto YAA! (Young Artist Associated) Promosso da Pro Helvetia. È nata e cresciuta in Svizzera, nel Cantone Ticino. Ha studiato le arti performative presso l’Università di Lettere e Filosofia di Bologna, prima di completare la formazione in coreografia al Centre National de Danse Contemporaine (CNDC) di Angers. In questo contesto ha cominciato a creare le sue prime coreografie per poi collaborare con il coreografo e danzatore brasiliano Fernando Cabral nell'ambito di diversi progetti. In seguito, ha avviato una ricerca attorno alla relazione tra il visibile e l’invisibile e sulla trasformazione della materia.

Informazioni

Biglietteria LAC
Piazza Bernardino Luini 6 CH–6901 Lugano
+41 (0)58 866 4222 www.luganolac.ch