Fiamme di Gadda Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 18 Maggio 2013 00:00

gadda-immagine15Presso la Sala Alda Merini - Spazio Oberdan della Provincia di Milano, dal 21 maggio al 1 giugno Fondazione Cineteca Italiana presenta in anteprima per Milano Fiamme di Gadda. A spasso con l’ingegnere, un bellissimo documentario dedicato a Carlo Emilio Gadda nei quarant’anni dalla scomparsa, avvenuta il 21 maggio 1973.

Nato a Milano nel 1893, Gadda è stato un gigante della letteratura italiana del ‘900, ma con una biografia carica di dolore, stupore, sgomento e incantamento per la vita. La sua opera è uno dei più originali, sterminati e poliedrici laboratori linguistici della letteratura moderna: la silhouette dell’ingegnere più celebre della letteratura italiana è, da una parte, un menhir ciclopico che ha fatto della letteratura un universo nuovo, magmatico e sorprendente: un’impresa che, per certi versi, per vastità e radicalità non è dissimile dal lavoro sulla lingua italiana di un Dante o di un Boccaccio. Dall’altra è un prisma monolitico attraverso il quale è possibile leggere le grandi configurazioni della nostra storia (la grande guerra, il fascismo, la ricostruzione, la nascita dell’Italia contemporanea) ma anche della nostra soggettività (la scoperta dell’inconscio, la scissione dell’Io e i traumi dell’infanzia). Nei suoi racconti e nei suoi romanzi la scrittura produce quantità improvvise e vivide di drammaticità e comicità, affreschi grotteschi e meditazioni metafisiche, comicità popolare ed enigma psichico. Di tutto questo dà testimonianza il film in programma, che sarà proposto in più passaggi e che, domenica 26 maggio, sarà affiancato da un classico del cinema italiano, Un maledetto imbroglio, realizzato da Pietro Germi e tratto dal grande romanzo di Gadda Quer pasticciaccio brutto de via Merulana.

Martedì 21 maggio la proiezione inaugurale di Fiamme di Gadda. A spasso con l’ingegnere sarà introdotta da Giorgio Pinotti, editor Adelphi e curatore delle opere di Carlo Emilio Gadda e Matteo Codignola, editor della casa editrice Adelphi.

.

SCHEDE FILM E CALENDARIO

 

Martedì 21 maggio ore 21

Domenica 26 maggio ore 17 e ore 21

Mercoledì 29 maggio ore 19.15

Giovedì 30 maggio ore 17

Venerdì 31 maggio ore 19

Sabato 1 giugno ore 15 

Fiamme di Gadda. A spasso con l’ingegnere

R. e sc.: Mario Sesti. Fot.: Elisabetta Marangon. Mus.: Teho Teardo. Mont.: Valerio Quintarelli, Tommaso Sesti. Animazioni: Annalisa Corsi. Int.: Sergio Rubini, Fabrizio Gifuni, Pino Calabrese, Maurizio Barletta, Paola Italia. Produz.: Combo Film. Distribuz.: Istituto Luce Cinecittà. Italia, 2012, col. e b/n, 72’.

Come raccontare Carlo Emilio Gadda, oggi, a quarant’anni dalla sua morte, avvenuta il 21 maggio 1973? Il film documentario Fiamme di Gadda. A spasso con l’ingegnere, lo fa con foto, molte completamente inedite, di Gadda e della sua famiglia e con alcuni frammenti di un super8, anch’essi completamente inediti, nel quale lo scrittore appare in compagnia della famiglia di Giuseppina Liberati, la governante che si prese cura di lui negli ultimi anni, con testi originali che raccontano vita e opere dello scrittore, recitati da Sergio Rubini; con testimonianze di studiosi e appassionati conoscitori, come Paola Italia, che ha lavorato più a lungo di chiunque altro sulle carte degli archivi dello scrittore milanese, e come Fabrizio Gifuni, autore attore teatrale che a Gadda ha dedicato cruciali messe in scena e che di Gadda ha fatto straordinarie letture; con la lettura pubblica che un attore, Pino Calabrese, ha fatto al Teatro Valle Occupato di un racconto, L’incendio di Via Keplero, incluso nella raccolta Accoppiamenti giudiziosi; con la rievocazione di un tragitto che Gadda fece per molti anni, soprattutto la domenica, a Roma, da Piazza Cavour fino a Piazza Mazzini, per la prima volta raccontato in minuti dettagli da Maurizio Barletta, critico teatrale e scrittore, che frequentò a lungo Gadda da bambino e da adolescente e che spesso era mandato a intercettare lo scrittore dal padre, che era diventato intimamente amico di Gadda durante la guerra e dal quale Gadda veniva spesso invitato la domenica.  

Domenica 26 maggio ore 15 e ore 18.30 

Un maledetto imbroglio

Regia: P. Germi. Scenegg.: Alfredo Giannetti, Ennio De Concini, P. Germi, dal romanzo Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Carlo Emilio Gadda. Int.: P. Germi, Claudio Gora, Eleonora Rossi Drago, Claudia Cardinale, Nino Castelnuovo, Saro Urzì. Italia, 1959, b/n, 110’.

In un appartamento di una vecchia casa signorile di Roma viene perpetrato un furto. Il commissario Ingravallo della squadra mobile ha appena iniziato le indagini quando nello stesso edificio viene commesso l’assassinio di una giovane donna che lo costringe ad estendere le indagini. Attraverso pazienti investigazioni, alternate ad astuti tranelli, il commissario si avvicina a poco a poco alla verità, che pare collegare il furto con l’assassinio. 

INFO:

0287242114

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.cinetecamilano.it 

MODALITÀ D’INGRESSO:

Biglietto d’ingresso: intero € 7,00

Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di Cinetessera o studenti universitari: € 5,50

Cinetessera annuale: € 5,00, valida anche per le proiezioni al MIC – Museo Interattivo del Cinema - e all’ Area Metropolis 2.0 – Paderno Dugnano.