Le voci di corridoio Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 06 Luglio 2013 00:00

Le voci di corridoioUn’Estate con la Musica 2013, la stagione estiva de laVerdi, è al suo quarto appuntamento: domenica 7 luglio (ore 18.00) sul palco dell’Auditorium di Milano, in largo Mahler, sarà protagonista il gruppo Le Voci di Corridoio, che ci guiderà lungo un affascinante percorso musicale tra ironia e nostalgia, all’insegna dello swing italiano.

Il ruolo della radio, “la scatola parlante”; Natalino Otto il re dello swing; Gorni Kramer, pioniere del jazz; il mitico Quartetto Cetra, Jula De Palma e un grande omaggio a Lelio Luttazzi: inizia così il viaggio alla riscoperta dello swing e del jazz in versione Belpaese, dagli anni ‘40 ai ‘60, uno sguardo indietro attento e puntuale, un risuonare di motivi noti legati a tanti momenti del passato, ritmi anche ballabili dal rock al charleston al cha cha cha, allo slow… veri e propri evergreen che hanno fatto ballare e innamorare le nostre nonne, mamme e non solo!

Le Voci di Corridoio è composto da un quartetto vocale - Roberta Bacciolo, Elena Bacciolo, Paolo Mosele, Fulvio Albertin, e tre musicisti - Luca Rigazio (batteria), Saverio Miele (contrabbasso), Fulvio di Nunzio (pianoforte). Portano avanti da anni il loro progetto dedicato alla musica swing italiana, alla costante ricerca di nuovi spunti interpretativi e di armonizzazione vocale. I brani di grandi artisti del passato vengono interpretati con nuovi arrangiamenti vocali dai quattro cantanti, accompagnati dal trio di musicisti. Lo spettacolo propone le più belle canzoni italiane, dall'avvento dello swing a metà degli anni Trenta fino agli anni Sessanta. Pagine indimenticabili legate agli avvenimenti della nostra storia recente: la nascita della radio, gli anni della guerra e le grandi orchestre, il boom economico e la televisione.

Ecco di seguito il programma completo:

L'esordio della radio (medley Anni Quaranta, L'uccellino della radio); Natalino Otto re dello swing (Conosci mia cugina?, Mamma mi ci vuol la fidanzata, Ho un sassolino nella scarpa); Gorni Kramer, pioniere del jazz (Crapa pelada, Ho il cuore in paradiso, Merci beaucoup); il mito Quartetto Cetra (I ricordi della sera, Un bacio a mezzanotte, Un disco dei Platters); La musica in Italia negli anni '50 e '60 (La moglie di mio marito, Il tergicristallo); Jula de Palma, Signora del jazz italiano (Mia vecchia Broadway, Le tue mani; Quando una ragazza a New Orleans);

Lelio Luttazzi, ovvero lo swing! (Rabarbaro blues, Incredibile amore, Canto anche se sono stonato); Garinei, Giovannini, Kramer (Domenica e' sempre domenica); Morbelli (Ba ba baciami piccina).  

Per informazioni e prenotazioni: 02.83389401/2/3, www.laverdi.org.

Biglietti: Euro 17,00/12,50/9,00 

Cos’è Un’estate con la musica 2013

Abbiamo voluto giocare la carta della stagione estiva – spiega il direttore generale de laVerdi Luigi Corbani – con assoluta convinzione e consapevolezza, dopo il successo dello scorso anno sul quale per la verità non molti avrebbero scommesso, per perseguire al meglio lo scopo della Fondazione, che ha anche valenze sociali oltre che culturali. Come quello di offrire ai cittadini milanesi e ai numerosissimi turisti stranieri la possibilità di ascoltare musica di qualità in un ambiente fresco e confortevole, l’Auditorium di largo Mahler, in un periodo dell’anno nel quale, purtroppo, Milano sotto questo profilo ha poco da offrire. Confortati dalla risposta del pubblico della prima edizione, abbiamo anche deciso di allungare la programmazione, che parte il 27 giugno, soltanto una settimana dopo la chiusura della stagione sinfonica, per estendersi fino al 29 agosto, a soli 15 giorni dall’inizio della Stagione del Ventennale, il 15 settembre”.

Un’estate con la musica 2013 è giocata su due grandi temi: il repertorio classico affiancato da altri generi musicali: “Due strade parallele – riprende Corbani - che tuttavia si incontrano fino a incrociarsi, sempre all’insegna della musica di qualità. Avremo così esecuzioni del repertorio classico alternate ad appuntamenti con altri generi: dal jazz allo swing, dal cinema al rock alla pop music, per offrire al pubblico un panorama musicale il più completo possibile”.

 

Le voci di corridoio, biografia

La loro storia inizia intorno al 1995 con una serie di concerti in locali e teatri del Nord Italia.

Di seguito le tappe principali della loro attività.

1997: incidono per la BMG Ricordi Pochi secondi, inno ufficiale dei Campionati Mondiali di Sci di Sestriere. 1998-2000: si esibiscono dal vivo al I, II, III Salone della Musica al Lingotto di Torino e in diverse occasioni al Teatro Piccolo Regio di Torino; in una di queste serate viene registrato il Cd Dal vivo!. 2000: incidono la sigla dell’edizione 2000 di Miss Italia in onda su Rai1; collaborano inoltre in questi anni alla realizzazione di jingle pubblicitari e colonne sonore per cortometraggi (Cinema Giovani Torino). 2000-2002: partecipano a Jvc Festival, Tastar de Corda e DaDaUmpa Festival, con la presenza di altri gruppi vocali e grandi nomi della musica italiana (sul palco con le Voci, Nicola Arigliano e la sua band). 2008: ospiti al Bengio Festival di Benevento condotto da Dario Salvatori. 2010: in occasione dell’uscita del loro cd Edizione straordinaria, concerto di presentazione al Moncalieri Jazz Festival, con la partecipazione di ospiti prestigiosi quali Francesco Cafiso e Fabrizio Bosso (special guest anche in alcuni brani del cd); partecipano al Foggia Jazz Festival; concerto dal vivo in diretta radiofonica su radio Rai 3 nella trasmissione “La stanza della musica”; allo Spazio Krizia di Milano ospiti della Fondazione Lelio Luttazzi in un concerto in ricordo del Maestro Luttazzi. 2011: Roma, concerto nella Sala Casella dell'Accademia Filarmonica Romana, alla presenza del Maestro Fabio “Fabor” Borgazzi e della signora Valeria Fabrizi, moglie di Tata Giacobetti del Quartetto Cetra; Trieste, Sala Tripcovich, intervento nel corso della serata finale del Premio Lelio Luttazzi per giovani pianisti emergenti. 2012: concerto all’Auditorium Rai di Torino in occasione della presentazione del cd di colonne sonore di Lelio Luttazzi, con un repertorio interamente dedicato al Maestro triestino; concerto per la XII edizione del Ravenna Jazz Festival; concerto a Torino alla Fabbrica delle E di corso per MiTo; concerto a Roma nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza, organizzato dall’Istituzione Universitaria dei Concerti.