Intervista con Antonio Iacovazzo manager Air One Stampa
Sabato 19 Aprile 2008 00:00

Active ImageForse non sono ancora in motli a saperlo ma con la compagnia aerea Air One, si può volare da Zurigo e raggiungere il sud Italia. Air One è una compagnia consolidata, che trae la sua origine dall’Aliadriatica, una società costituita nel 1983 a Pescara per operare sul settore delle scuole di volo e dei servizi di aerotaxi e successivamente in quello dei voli di linea regionali. Nel 1988 la maggioranza della compagnia fu rilevata dal Gruppo Toto S.p.A., che oggi detiene interamente il capitale sociale. Il gruppo, opera, oltre che nel trasporto aereo e nei servizi aeroportuali, anche nel settore delle opere pubbliche e delle concessioni autostradali.

NActive Imageel giugno 1994 Aliadriatica acquistò un Boeing 737-200 iniziando ad operare servizi di linea e charter su rotte a medio raggio. Era il primo passo verso i radicali cambiamenti che sarebbero giunti nel 1995. Il 27 aprile 1995 Aliadriatica inaugurò i collegamenti di linea tra Milano-Linate e Brindisi, Reggio Calabria e Lamezia Terme. Il 23 novembre 1995 venne scelto il nuovo nome di Air One e la Compagnia compì il passo più importante, iniziando ad operare voli di linea sulla rotta Roma Fiumicino - Milano Linate. Per la prima volta su questa tratta, la quinta in Europa per volume di traffico, si veniva così ad offrire un'alternativa all'unico vettore fino a Active Imagequel momento autorizzato ad operarvi. Oggi Air One è la prima compagnia aerea privata nazionale. Nel 2006 Air One ha superato il 34% della quota di mercato nazionale e con i suoi circa 2.800 dipendenti (compresi i lavoratori delle società controllate) effettua voli per 22 destinazioni nazionali, 8 internazionali operate direttamente da Air One e 30 in code share. Durante l’estate il network viene potenziato per raggiungere numerose località di interesse turistico prevalentemente nel bacino del Mediterraneo. Nel 2007 Air One ha trasportato oltre 7.5 milioni di  passeggeri,confermando la forte crescita progressiva degli ultimi anni (erano 4 milioni nel 2002 e 6.3 nel 2006). I due aeroporti cuore del network della Compagnia sono Roma Fiumicino e Milano Linate, a cui si aggiungono Napoli e Torino, anch’essi snodo di collegamenti nazionali ed internazionali. Nel 2007 il fatturato dell’azienda è stato di circa 700 milioni di euro, in crescita del 14.5% rispetto all’anno precedente. Il 20% del fatturato è connesso alle attività internazionali.

 

  Abbiamo incontrato il dottor Antonio Iacovazzo a Zurigo che ci ha parlato della compagnia e delle prospettive future. 

Ci parli un pò di lei.. 

Sono originario di Salerno, ma in Svizzera da 38 anni, ho fatto una parentesi lavorativa a Ginevra con Alitalia ma poi ho sempre vissuto a Zurigo. Perfettamente integrato.  

Com’è strutturata qui Air One? 

Con un ufficio di rappresentanza manageriale in centro a Zurigo e con un call center che gestisce prenotazioni,  bilgietteria gruppi e tutto quello che riguarda le dinamiche di viaggio. Anche via  web è possibile prenotare, la nostra pagina è molto usata dai nostri passeggieri, avendo la comodità di fare la prenotazione da casa, senza perdite di tempo in agenzie e soprattutto si può usare a tutte le ore, senza rispettare gli orari di apertura di agenzie di viaggio e di call center. Il web è uno strumento sicuramente in crescita come utilizzo, e molto usato dai giovani, pratici dei servizi internet. 

Come vede lei la risoluzione dell’Alitalia?

 La mia opinione è che ben venga qualcuno che sostenga Alitalia in questo momento, che poi sia Air France io lo trovo molto positivo, conosce Alitalia, sono dello stesso gruppo, come mentalità sono vicini, hanno un prodotto complementare perchè con Alitalia ristrutturata si possono garantire continuità. Air France è forte e può benissimo sostenerla. 

E spostare i voli da Malpensa?  

 Ha toccato un tasto delicato..lo spostamento dei voli dalla MXP e’ una delle condizioni imposte da Air France. Evidentemente nell’ ottica di fideraggio via Parigi di passeggeri originanti dal bacino Lombardo. E’ una fetta di mercato da non trascurare. 

 Come arriva ad Air One? 

Dopo ben 16 anni di esperienza in Alitalia, sono stato direttore commerciale per la Svizzera, per questo posso parlare di Alitalia, avendoci lavorato la conosco. Air One invece e’ una sfida eccitante.Si e’ da poco mossa sui mercati internazionali e sta affacciandosi su quello intercontinentale. Si tratta di costruire. I presupposti per divertirsi ci sono tutti. 

Ci parli del volo che la compagnia offre per Napoli 

E’ un novanta posti giornalieri,, inziato a  maggio 2007, c’è un impatto positivo. E’ un volo diretto è questo è un gran vantaggio, pensi al tempo che si risparmia togliendo lo scalo a Milano o a Roma per esempio. Una persona viaggia comoda e senza il problema delle coincidenze, arrivando a destinazione in poco tempo. Da Napoli poi la compagnia offre, collegamenti per Catania, Palermo, quindi Napoli non solo come punto di arrivo ma anche come crocevia. 

Come mai avete scelto il sud Italia come destinazione? 

Primo perchè è una meta turisticamolto proposta dalle agenzie di viaggio con le quali collaboriamo, secondo perchè i nostri connazionali hanno la possibilità di rientrare a casa, durante le festività o per le loro vacanze, scegliendo l’aereo come mezzo di trasporto.

 Al nord Italia?

 Dalla Svizzera non colleghiamo al momento voli diretti con il  Nord Italia.La nostra rete nazionale permette frequenti collegamenti giornalieri Nord-Sud-Nord. Molto interessante per clientela da Lucerna in poi, imbarcarsi a Milano p.e. 

Che cosa prevede la vostra strategia industriale?

 Il piano industriale 2007-2011 prevede un consolidamento sul mercato nazionale oltre che un forte sviluppo delle rotte internazionali europee e, a partire da giugno 2008, di quelle a lungo raggio. Concretamente Milano Malpensa - Boston e Chicago. Appunto..

 E a breve? 

Consolidare il volo Zurigo Napoli. 

 I voli hanno subito un calo di richieste vista la difficile situazione creatasi a Napoli dallo smaltimento dei rifiuti?

 Sicuramente c’è stato un calo delle prenotazioni, ma per fortuna non troppo, Ha toccato il segmento turistico ma non quello etnico, dell’emigrante che torna a casa. E per la crescita, puntiamo su una maggiore presenza su mercato Svizzero, con l’ obiettivo di stimolare ulteriormente la domanda sia nel segmento turistico che quello etnico, sportivo e non per ultimo il segmento viaggi di affari grazie ad un prodotto diretto, un servizio veloce ed efficiente, un pricing dinamico e competitivo.   

 

Se volete conoscere le destinazioni di viaggio e prenotare il vostro volo, cliccate subito sul sito della compagnia.www.flyairone.ch