Nel Canton Vaud le nuove esperienze turistiche da provare nel 2021 prima parte Stampa
Scritto da Chiara Marcon   
Mercoledì 27 Gennaio 2021 08:23

chasselas et léman Peter ColbergA causa della pandemia, molte sono le restrizioni in Svizzera ancor’oggi, la ripresa di una vita alla normalità sembra possibile forse per la primavera o estate prossima, i territori circostanti aspettano i turisti e tutte le strutture si preparano al meglio per le aperture previste tra qualche mese. In una conferenza on line, organizzata dalla Gretz  Communications AG di Berna, il Direttore del turismo Andreas Banholzer del Cantone Vaud, ha illustrato a giornalisti e rappresentanti del turismo le novità da non perdere in quest’anno nel territorio sud occidentale della Svizzera romanda. Ricordiamo che  Losanna è la città principale, la lingua ufficiale il francese e tra alpi e laghi, città d’arte non ci sarà tempo di annoiarsi. 

Narcisses2017cMaudeRion-5352Ammira opere d'arte durante un'escursione nelle Alpi vodesi

Il concetto di arte e natura di Ailyos, lanciato nel 2018, si svolge ogni estate di fronte al magnifico sfondo delle Alpi vodesi e conferisce loro un volto artistico estremamente impressionante e poetico. Questa galleria d'arte a cielo aperto si trova in un ambiente alternativo in mezzo alla natura e promuove il lavoro di artisti locali che sono invitati a dare libero sfogo alle loro idee su valli, laghi, edifici e rilievi della regione di Aigle, Leysin e Col de Mosses. I visitatori scoprono queste meravigliose opere per caso, ad esempio durante un'escursione o in compagnia di guide appassionate. Ailyos è più di un'insolita passeggiata artistica: è un'esperienza profonda in cui la connessione tra arte, natura, ambiente e individuo assume il suo pieno significato. Questa quarta edizione è intitolata "Transformation". Un tema in sintonia con il suo tempo e l'anno speciale 2020, che permette ad ogni artista una personale interpretazione. Da luglio a fine ottobre 2021. www.ailyos.com


 Scopri i segreti di un'ex struttura di difesa nazionale

Inaugurato a dicembre 2020, Fort de Chillon è il primo "parco divertimenti" in Svizzera a combinare la visita a un'installazione militare con la scoperta del ridotto nazionale. Questa ex installazione militare, costruita nel profondo della roccia di fronte al castello di Chillon nel 1941, classificata come "informazione militare classificata" fino al 2001, promette un'immersione completa nella storia sorprendente di un ex sito di difesa nazionale. In questa vera struttura militare, la mostra immerge il visitatore in un labirinto di gallerie nel profondo della montagna. Le presentazioni in realtà aumentata e virtuale mostrano in modo impressionante com'era la vita nella fortezza. Tutto questo in un ambiente interattivo, ludico e didattico che punta su un approccio partecipativo e visivo. Ciò include proiezioni, esperienze e scoperte spettacolari, ma anche giochi di strategia e realtà aumentata. Un cinema, mostre temporanee, un chiosco e un negozio attendono i visitatori. Inoltre, c'è la possibilità di organizzare eventi privati e pubblici non appena la situazione COVID-19 lo consente nuovamente. Aperto dal mercoledì alla domenica. www.fortdechillon.ch


  Evento gourmet nel ristorante storico dell'anno

La Brasserie La Bavaria è un punto di riferimento per la convivialità e una vera istituzione di Losanna. Dopo ampi lavori di ristrutturazione dell'edificio in cui si trova il ristorante, è stato riaperto nel giugno 2019 ed è stato recentemente insignito del premio ICOMOS "Ristorante storico dell'anno 2021". "La Bavaria" è una preziosa testimonianza contemporanea di uno in Svizzera oggi Con questo premio, la giuria ICOMOS premia la ristrutturazione dell'edificio in generale, il restauro della facciata e degli interni della brasserie in particolare e infine il funzionamento di questo caffè-ristorante nella sua tradizione culinaria, che è continuata per tutto il XX secolo La sala da pranzo accuratamente restaurata è un importante luogo di incontro sociale di alta qualità architettonica www.icomos.ch


Una giornata alla scoperta dei vini di Vaud secondo i tuoi ritmi

In questo anno eccezionale, l'evento "Caves Ouvertes Vaudoises" è previsto in versione "à la carte". Lo scopo dell'evento rimane lo stesso: dare la possibilità ad amatori e intenditori di vino di conoscere i vignaioli, di degustare i loro vini e di acquistare vino da loro. Tutto ciò che gli ospiti devono fare è ordinare la tariffa forfettaria di CHF 30.- con la quale possono poi prenotare la loro degustazione presso i viticoltori partecipanti. La cosa migliore: il pacchetto include una carta prepagata del valore di CHF 30.- che i visitatori possono utilizzare per acquistare bottiglie di vino. www.meineoffenenweinkeller.ch


Concediti una notte all'aria aperta

Chi non ha mai sognato di trascorrere una notte all'aria aperta sotto un cielo stellato? È ora possibile vivere questa esperienza con la famiglia o con gli amici nelle Alpi vodesi, nel Giura e sull'altopiano vodese. I bivacchi sono organizzati nel rispetto dell'ambiente e delle normative vigenti e sono curati da una guida che condivide le sue conoscenze con i partecipanti. Viene offerto un totale di 6 eventi, ognuno dei quali tratta un argomento diverso: dall'osservazione degli animali alle leggende della foresta all'ammirazione del cielo notturno. Questa offerta corrisponde all'attuale domanda di attività all'aperto e al desiderio di molte visite vista l'emergenza corona virus.


Musee Atelier Interieur Le Brassus 2020 09 JPEG c courtesy of Audemars PiguetOrolgogeria

Dal 16 dicembre 2020, il "commercio dell'orologeria e della meccanica artistica" è stato registrato presso l'UNESCO come patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Questo riconosce un centro di competenza per l'artigianato: carillon, automi, uccelli canori, orologi antichi, automi musicali di stazione, pezzi singoli o piccole serie di orologi. Grazie ai suoi numerosi artigiani, Sainte-Croix conserva ancora un know-how di prim'ordine basato su elevati standard di qualità. Ognuno conserva, sviluppa e trasferisce conoscenze e abilità legate alla precisione tecnica e alla raffinatezza meccanica, coltivando valori come curiosità, creatività, perseveranza, pazienza, ma anche spirito di collaborazione, apertura e innovazione. Questa inclusione con l'UNESCO conferisce all'artigianato maggiore visibilità e ricorda la necessità di preservare e trasmettere il know-how degli artigiani.

Tutto questo si visita nel Museo del Centre International de Mécanique d'Art (CIMA), che ha una collezione storica di carillon e automi, nonché un'officina meccanica come esisteva all'inizio del XX secolo, con la presentazione di diversi autentici Spettacoli di macchine. Inoltre, il Musée Baud a L'Auberson presenta una collezione di antichi strumenti musicali meccanici: carillon, jukebox e orchestre. Per inciso, la manifattura REUGE SA, con sede a Sainte-Croix, continua la tradizione della produzione di movimenti meccanici di precisione con creazioni moderne e prestigiose che sono molto apprezzate dai capi di stato e dai reali di tutto il mondo. www.musees.ch


Il nuovo Musée Atelier Audemars Piguet nella Vallée de Joux

Per documentare più di 145 anni di storia dell'orologeria, il Musée Atelier ha aperto le sue porte al pubblico il 25 giugno 2020. Invita il grande pubblico ad addentrarsi nel cuore dell'universo culturale del passato, presente e futuro del marchio. Con sede a Le Brassus, nel cuore del Giura vodese e luogo di nascita di Audemars Piguet, si caratterizza per il suo concetto di museo innovativo e l'architettura contemporanea che mettono in mostra due secoli di storia dell’orologeria. Il Musée Atelier ha  una spirale di vetro a cupola, che riprende la capsula di un orologio,  con lo storico luogo di nascita del marchio e mostra quasi 300 orologi, tra cui molti capolavori di miniaturizzazione, complessità tecnica e design. Inoltre, il Musée Atelier è progettato in modo che i visitatori possano osservare gli orologiai e altri artigiani che svolgono il loro lavoro creativo in laboratori trasparenti: una sorta di omaggio al loro know-how e alla loro passione che ha plasmato Audemars Piguet per generazioni. Il museo decisamente contemporaneo incarna l'approccio non convenzionale della manifattura e il suo impegno a sostenere l'alta orologeria - nella Vallée de Joux e oltre.

 Si possono ammirare rarità come l '"Universelle" del 1899 - l'orologio più complicato che Audemars Piguet abbia mai realizzato - ma anche modelli iconici della manifattura, tra cui un gran numero di modelli Royal Oak, dal Royal Oak Offshore al Royal Oak Concept .

Il Musée Atelier è aperto ai visitatori solo dal lunedì al venerdì in visite guidate previa registrazione. Prezzo: CHF 20.-.

www.museeatelier-audemarspiguet.com/de/home.html


Montreux2019cMaudeRion-2622Cultura, patrimonio e mostre

Freddie Mercury in tournée a Montreux

"Freddie Tours" offre una visita guidata di Montreux e del suo ricco passato musicale sulle orme dell'indimenticabile cantante dei Queen (1946-1991), particolarmente legato alla regione. Questa passeggiata didattica di un'ora inizia al mercato coperto di Montreux, a pochi passi dalla statua dell'icona della roccia, prosegue attraverso il molo dei fiori, che l'artista ha particolarmente apprezzato, oltre la facciata dell'appartamento che Freddie ha acquistato e termina con una visita ai Mountain Studios, situati nel casinò, dove la band ha registrato 6 album. Il luogo è ora chiamato Queen Studio Experience ed è un museo dedicato alla famosa band. Un tour costa CHF 29.-. Può essere prenotato in qualsiasi giorno della settimana su appuntamento ed è accompagnato da una guida in lingua francese e inglese. www.freddie-tours.com




Riapertura dell'Abbazia di Payerne

Dopo più di 10 anni di costruzione, l'Abbazia di Payerne, un capolavoro dell'arte romanica in Svizzera, è di nuovo aperta al pubblico. Il percorso di scoperta dell'abbazia è unico. Offre un nuovo sguardo sulla storia della più grande chiesa romanica della Svizzera e dei suoi caratteri inconfondibili. Con l'ausilio di un audace allestimento composto da venti punti accattivanti e interattivi, audioguidati, il visitatore scopre l'unicità