Viaggi e vacanze. I consigli del TCS Stampa
Scritto da Graziano Guerra   
Lunedì 18 Luglio 2016 00:00

g IMG 9347Le vacanze estive sono finalmente arrivate e molte persone si mettono in viaggio. Questo vuol dire più lavoro per la centrale d’intervento del TCS, che solo nel primo weekend di vacanza è intervenuto in Svizzera più di 3.700 volte, mentre dall’estero ha ricevuto più di 1.000 richieste d’aiuto.

Sono più di 620.000 le persone che in Svizzera approfittano del libretto ETI - l’apprezzata assistenza viaggi del TCS – ricorrendo alle prestazioni d’aiuto, consulenza, e protezione, e in caso di incidenti all’estero. Nel primo scorcio di vacanze di quest’anno, nell’arco di pochi giorni, in Svizzera e dall’estero sono giunti alla Centrale d’intervento quasi 5.000 appelli di soccorso, in particolare da Francia, Italia, Germania e Spagna. Sono stati richiesti oltre 120 pareri medici in seguito a incidenti o malattie. Fortunatamente, solo pochi di questi casi hanno previsto un rimpatrio in Svizzera.

Alcuni consigli pratici del TCS per i viaggi all'estero

Prima di partire:

  • Fare le fotocopie di tutti i documenti d’identità e delle carte di credito
  • Lasciare a casa carte e tessere non necessarie per il viaggio
  • Stipulare un’assicurazione d’assistenza e di protezione giuridica all’estero (Libretto ETI o altro)
  • Stipulare un’assicurazione per il blocco delle carte di credito (Assitance card TCS ecc.)
  • Portare in viaggio lo stretto necessario in oggetti di valore (gioielli, macchine fotografiche o apparecchi elettronici, ecc. e fare una foto di questi oggetti)
  • Trascrivere i numeri di telefono più importanti in memoria sul cellulare su un foglio separato
  • Non viaggiare con molto contante, pianificare bene la propria disponibilità.

In viaggio e durante le vacanze

  • Non ostentare capi firmati, gioielli, portamonete con molti soldi
  • Se vi trovate in luoghi affollati, attenzione alla propria borsetta e ai vostri zaini (chiudere le cerniere), evitare di tener il portamonete nelle tasche posteriori dei pantaloni
  • Non lasciare alcun oggetto sui sedili dell’auto (macchine fotografiche, tablets, computer, borse)
  • Non posteggiare l’auto in luoghi non a vista (aree di servizio); in città meglio parcheggi custoditi
  • Non lasciare l’auto per nessuna ragione con le chiavi d’accensione inserite
  • Quando si lascia l’auto chiudere portiere, baule e finestrini
  • Non lasciare nel veicolo documenti personali e quelli dell’auto
  • Se qualcuno, per strada, cerca aiuto, facendovi cenno di fermarvi, non scendete immediatamente dall’auto, ma ascoltate la sua richiesta abbassando un po’ il finestrino e solo in un secondo tempo, se avete la certezza di una cosa seria, scendete dall’auto portando con voi le chiavi.
  • Se siete fermati da agenti in borghese, chiedete subito di vedere i loro documenti di riconoscimento.

In caso di furto

  • Chiamare subito la polizia per far costatare il furto e recarsi nel più vicino posto di polizia per denunciare quanto accaduto (Verbale dettagliato per l’assicurazione)
  • Fotografare eventuali danni all’auto e cercare possibili testimoni
  • Avvertire subito la Centrale d’allarme del TCS (ETI) o la propria assicurazione dell’accaduto per il blocco delle carte di credito, per ottenere della disponibilità, documenti, ecc.
  • In caso di furto delle chiavi della propria abitazione, chiamare subito un familiare o un vicino di casa per far sostituire la serratura
  • Se vi rubano i documenti d’identità, utilizzare le fotocopie dei documenti unitamente al verbale di polizia. Se non avete le fotocopie contattate la più vicina rappresentanza consolare svizzera.
  • In caso di furto dell’auto avvertire subito la vostra assicurazione RC e la vostra assicurazione di assistenza (ETI)