Solar Impulse - Il sogno di un visionario Stampa
Scritto da Matteo Rendina   
Lunedì 04 Gennaio 2010 00:00

Solar-Impulse Cosa c’è di pionieristico e di avventuriero nel riuscire a realizzare il giro del mondo in aereo? Perché un uomo come Bertrand Piccard, promotore di questo progetto, viene definito un pioniere dei nostri tempi? Nei secoli scorsi i pionieri scoprivano nuovi mondi, ampliavano i confini della conoscenza geografica del nostro globo, solcavano mari e si spingevano oltre. Nel ventunesimo secolo si avventurano ai confini della scienza, della medicina, della tecnologia e dello spirito cercando di sconfiggere la povertà e le epidemie, guidando lo sfruttamento del pianeta, creando nuovi valori per l’uomo e sviluppando tecnologie sostenibili.

 

L’avventura moderna non è alimentata dal voler realizzare qualcosa di spettacolare, ma piuttosto dal volersi spingere al di là dell’ordinario, costringendo l’uomo a pensare e comportarsi in maniera diversa dal normale uscendo dal guscio protettivo delle nostre certezze e dei nostri automatismi. L’obiettivo da raggiungere è rendere sostenibile lo sviluppo umano e preservare il pianeta; il premio in palio è la garanzia di un futuro per i nostri figli e i figli dei nostri figli.

Bertrand Piccard In questo contesto Bertrand Piccard ha pensato di realizzare un progetto finalizzato alla sensibilizzazione della gente verso le reali capacità delle energie alternative facendo leva sul fascino dell’esplorazione e del sogno di grandi avventure che sono ancora in grado di raggiungere ed emozionare le masse. Oggigiorno è normale associare l’uso delle fonti alternative a compromessi nella comodità o a limiti nella potenzialità dei mezzi o a costi di accesso eccessivi. I veicoli elettrici sono per esempio caratterizzati da limiti d’autonomia, di velocità e di potenza e sono spesso più costosi dei loro equivalenti a benzina. Il progetto di Piccard invece vuole spostare i limiti dell’impossibile e dimostrare che un velivolo alimentato ad energia solare è in grado di sollevarsi autonomamente da terra e compiere un volo intorno al globo volando ininterrottamente sia di giorno che di notte. Le tecnologie attualmente a disposizione non lo permettono, e quelle che verranno sviluppate nell’ambito di quest’avventura saranno sufficienti ad alimentare e sostenere il volo dell’apparecchio e del suo pilota. Non si parla di far viaggiare centinaia di passeggeri tra i vari continenti, ma si vuole dare un segno, indicare una via e creare un legame tra la sorte del pilota e quella di tutti noi. Così come il pilota, se non avrà a disposizione le tecnologie corrette o sprecherà la poca energia a disposizione, non riuscirà a volare attraverso la notte fino al sorgere del sole che gli permetterà la continuazione del suo volo, così noi, se non investiamo nello sviluppo dello sfruttamento delle fonti di energia pulita e rinnovabile, entreremo in una grave crisi e non riusciremo a consegnare questo pianeta alle prossime generazioni.

HB-SIA Il progetto Solar Impulse offre la possibilità di avere una piattaforma di sviluppo per le tecnologie legate all’utilizzo dell’energia, migliorando l’efficienza e l’elettronica delle celle fotovoltaiche (solari), la chimica delle batterie e il controllo delle perdite d’energia dovute ad esempio alla frizione ed al riscaldamento. Il tutto finalizzato alla realizzazione di un aereo in grado di volare in maniera perpetua, senza l’utilizzo di carburante e senza inquinare. Il nome, Solar Impulse, vuole ricordare due fattori chiave di questa avventura, il Sole quale fonte di energia e l’Impulso che deve essere dato all’uomo affinché capisca i vantaggi dell’uso di questa energia.

(Foto: in alto a sx: Solar Impulse, Copyright Francis Démange (Gamma); al centro a dx: Bertrand Piccard, Copyright BKW/FMB Energie SA; in basso a dx: HB-SIA, Copyright Solar-Impulse / Claudio Leonardi)


IlGiornale.ch, con una serie di articoli che appariranno regolarmente sul nostro sito, vuole accompagnare il progetto Solar Impulse durante le sue ultime fasi di sviluppo attraverso i tests finali e le prove in volo. Il nostro piccolo contributo nella sensibilizzazione dei nostri lettori alla comprensione e all’uso delle energie rinnovabili.