Sesta Conferenza Mondiale sul Futuro della Scienza-Venezia: Virus il nemico invisibile Stampa
Scritto da Livia Borghetti   
Martedì 28 Settembre 2010 00:00
ve.JPGDopo un sabato grigio, con la Laguna sferzata da un vento freddo e pioggia battente, domenica 19 settembre uno splendido sole ha scaldato e ravvivato l´apertura della Sesta Conferenza Mondiale sul Futuro della Scienza ospitata presso la Fondazione Cini sull`isola di San Giorgio Maggiore (Ve). ( Foto di Cristina Forzani). ve1.JPGI promotori dell`evento, le Fondazioni Veronesi, Silvio Tronchetti Provera e Cini con presidente il Prof. Umberto Veronesi e Segretaria Generale la Prof. Chiara Tonelli (Dipartimento di Scienze Biomolecolari-Università di Milano), dopo un saluto di benvenuto, hanno dato la parola a Luc Montagnier (Premio Nobel 2008 per la Medicina) e Robert Gallo (Istituite of Human Virology, University of Maryland School of Medicine, Baltimore, USA) i quali hanno ampiamente illustrato i pericoli e le speranze per affrontare le nuove epidemie di origine virale, in primis i virus dell´HIV nella sfida all`AIDS. Nei giorni successivi si sono susseguiti interventi, tutti ad altissimo livello scientifico, di insigni studiosi e ricercatori di fama internazionale, sia esteri che italiani, alcuni dei quali non piu` “cervelli in fuga”  ma rientrati in Italia dopo rilevanti esperienze in team prestigiosi.
Il messaggio di speranza lasciato all`unanimitá dagli emeriti relatori, oltre alla prevenzione, previsione, correzione e diagnostica, risiede nella ricerca e sviluppo di tutte le strategie attuabili, dalla medicina molecolare, alla terapia genica, all`ingegneria genetica, alle cellule staminali, alle armi biologiche contro i tumori ed ai vaccini sui quali puntare tutta l`attenzione e lo sforzo perché i virus entrano nel nostro corpo silenziosamente, invadono le nostre cellule, sfuggono al nostro controllo, sono imprevedibili e restano latenti anche per molte decine di anni.   Nella serata di lunedì tutti i partecipanti sono stati accolti nella splendida Scuola Grande di San Rocco, ricca di innumerevoli tele di Jacopo Tintoretto, per il Concerto Sinfonico con l`Orchestra I Cameristi di Venezia diretti dal Maestro Alberto Veronesi, Oltre alle sinfonie di Schubert e Mozart è seguito un apprezzatissimo fuori programma con la Pavana di Fauré.

 www.thefutureofscience.org