Le teste sagge si proteggono anche al buio Stampa
Scritto da Graziano Guerra   
Domenica 26 Novembre 2017 00:00

Secondo i dati upi - Ufficio svizzero prevenzione infortuni – la maggior parte degli incidenti stradali avviene di sera, tra le 17.00 e le 18.00 quando è già buio. 

MadeVisible eBikerNei mesi invernali si tende a vestire scuro, e gli utenti della strada vulnerabili - pedoni, ciclisti e scooteristi - sono esposti a un rischio maggiore. Alla luce dei fari gli automobilisti li distinguono solo da una distanza di circa 25 metri. Se indossano un abbigliamento chiaro, la distanza aumenta a 40 metri, con materiale rifrangente addirittura a 140 metri. 

Per gli accessori non c'è che l'imbarazzo della scelta: giubbotti, fasce per braccia o caviglie, catarifrangenti per berretti e cartelle scolastiche, consentono di essere visti per tempo da ogni lato. 

I ciclisti devono assicurarsi che la bici abbia luci intatte, meglio se con luce di posizione. 

Gli automobilisti devono essere doppiamente cauti, sottoponendosi regolarmente a un controllo della capacità visiva all’imbrunire e assicurandosi che i fari dell’auto funzionino in modo ineccepibile. 

Per capi d'abbigliamento e accessori che possono salvare la vita si trovano informazioni al sito del TCS e dell’upi: www.madevisible.swiss.