White 2014 … ancora Moda Stampa
Scritto da Livia Borghetti   
Giovedì 20 Febbraio 2014 00:00

whiteLa nuova edizione di White 2014 propone dal 22 al 24 febbraio un allestimento  ricco e innovativo sui tre spazi dedicati a questo evento per le anteprime delle collezioni autunno inverno 2014/15: i marchi avant-garde in via Tortona 27, lo streetwear al civico 54 ed i brand new classic al 35,  punti di richiamo per gli operatori sia italiani che stranieri che avranno modo di incontrare e mescolare le più ardite ed innovative tendenze e respirare una atmosfera veramente internazionale.

Stagione dopo stagione White, grazie anche alla rinnovata collaborazione con il Comune, si contraddistingue per la qualità, la sperimentazione e l’attenzione alle tendenze, le visioni delle sue collezioni e la ricerca di nuovi linguaggi espressivi” così commenta l’assessore alla Moda e Design Cristina Tajani che prosegue: “Una ricerca che trova la sua giusta collocazione nello spazio ex-Ansaldo, cornice in perfetta sintonia con il carattere sperimentale di questo che è uno degli eventi più innovativi della settimana della Moda. Un luogo di confronto per gli oltre 460 giovani talenti e brand provenienti da tutto il mondo: dalla Cina all’Inghilterra, dal Giappone agli Stati Uniti".  “La crescita importante del salone a livello qualitativo e quantitativo ci riempie di soddisfazione e di energia spronandoci a creare nuovi progetti quale il “Tortona Fashion District”, con l’obiettivo di comunicare al meglio una zona nota a livello internazionale in una città importantissima per il mondo del fashion come Milano”così spiega Massimiliano Bizzi, Fondatore di White.
Una intera sezione, “Inside WHITE” è dedicata ai nuovi talenti e accoglie marchi promettenti, proposte alternative e realizzazioni originali e di alta qualità.

Confermato anche il  legame di WHITE con l'arte e la cultura grazie alla sinergia con uno dei fotografi più promettenti del fashion system, Mattia Zoppellaro. Le  opere  di questo giovane artista che vive tra Londra e Milano sono state utilizzate per la realizzazione del catalogo della manifestazione, originando un vero e proprio book da collezione, il terzo dopo quello di Stefano Guindani e di Mustafa Sabbagh. Gli scatti  di Zoppellaro saranno esposti in una mostra in Via Tortona 27.  

Fonte comunicato stampa