Uno “Studio 1” pronto per l’alta definizione Stampa
Scritto da Roberto Pomari Responsabile Produzione RSI   
Lunedì 30 Agosto 2010 00:00
TA-PIT 09.JPGDal primo trimestre del 2012 la SSR SRG diffonderà su tutti i suoi canali televisivi con standard HD (High Definition). L’erogazione parallela di un segnale SD (Standard Definition) degli stessi programmi sarà garantita fino al 2016, in modo da poter assicurare un periodo di transizione a tutti gli utenti che dovessero ancora dotarsi di un televisore HD-compatibile. La catena produttiva delle strutture tecniche della SSR SRG ha subito in questi anni un radicale rinnovamento, perché la produzione e la diffusione di segnali in alta definizione non può essere realizzata con attrezzature SD. Raffaella_Biffi_2.jpgPer far questo è stato varato con largo anticipo un piano nazionale che ha consentito economie di scala, razionalizzazione dei progetti nelle singole unità aziendali e rispetto dei termini d’ammortamento degli investimenti nell’ambito dei vincoli finanziari definiti dalla strategia aziendale. Nel 2012 la migrazione tecnologica degli impianti produttivi e di diffusione sarà completata nella misura del 90%. Il restante 10% dei prodotti propri saranno “up converted”, cioè codificati in HD, un procedimento tecnico che in futuro sarà applicato anche ai materiali d’archivio SD.

Lo STUDIO 1 della RSI aveva ormai raggiunto i 35 anni d’età e necessitava di importanti interventi d’aggiornamento nelle strutture edili e negli impianti di sicurezza. Oltre all’obsolescenza dello stabile bisognava decidere sul necessario rinnovamento degli impianti tecnici, risalenti al 1992. Lo STUDIO 1 è una delle strutture tecniche più sollecitate dalla produzione della RSI, in quanto in questa struttura si producono giornalmente da 3 a 4 format di programma, in parte in diretta. Era logico quindi approfittare dei lavori di risanamento dello stabile per intervenire anche su tutta la struttura tecnologica, dalle regie video e suono, alle luci e alle telecamere. Grazie ad un’accorta scelta della tempistica del progetto, la RSI ha potuto beneficiare di importanti economie di scala negli investimenti, dato che siamo riusciti a collaborare con i progetti analoghi in corso negli studi delle consorelle a Ginevra e a Zurigo. La realizzazione degli interventi tecnici e strutturali nel corso della stagione 2009-2010 non ha compromesso la produzione dei programmi, che hanno mantenuto la loro normale sede produttiva grazie ad alcune ingegnose soluzioni tecnico-organizzative – tra le quali vale la pena ricordare il “drive-in” di un’unità mobile al posto della regia dello studio. Con questo progetto abbiamo aggiunto un’ulteriore struttura produttiva HD al centro di produzione di Comano, garantendo allo STUDIO 1 una piena compatibilità con il futuro standard tecnico e mantenendo la possibilità di valorizzare questa preziosa superficie produttiva di 600 mq nella realizzazione dei programmi della RSI. ( Foto sopra Raffaelle Biffi ).



   “Piattoforte”, novità in cucina
Su LA 1 dal lunedì al venerdì alle 17.00 a partire dal 6 settembre
Cosa cuciniamo stasera? Quante volte abbiamo risposto di fretta a questa domanda, assorbiti come siamo dalle mille preoccupazioni e dai mille impegni della vita quotidiana… Beh, il team di “Piattoforte” sarebbe felice di dare una risposta, proponendo tutti i giorni, una ricetta sfiziosa, sana ed economica, realizzabile senza troppe difficoltà e in poco tempo. Dal lunedì al venerdì alle 17.00 in punto, a partire dal 6 settembre, uno chef di grande esperienza come Simone Bianchi metterà la sua arte a disposizione del pubblico e, accompagnato dalla conduttrice e “apprendista cuoca” Raffaella Biffi, proporrà i suoi piatti più gustosi, ispirati alla tradizione della cucina casalinga, semplice e genuina. Simone e Raffi, tuttavia, non saranno soli nella cucina di “Piattoforte”. Ogni settimana infatti saranno accompagnati da una telespettatrice o da un telespettatore che parteciperà alla preparazione delle ricette, proponendo le proprie “varianti”, suggerendo e arricchendo ogni ricetta con nuove idee, oppure semplicemente imparando i trucchi del mestiere. Telespettatrice o telespettatore che chiuderà la settimana proponendo anche il suo personale “Piattoforte”. Ma non è tutto. Ogni ricetta sarà arricchita anche da informazioni specifiche sui costi, i valori nutrizionali, la provenienza, gli ingredienti e tutto quello che può essere utile ad aumentare la conoscenza delle pietanze che ci troviamo nel piatto. A completare il “gusto” di ogni scelta saranno ospiti invitati ad hoc (storici dell’alimentazione, gourmet, enologi, nutrizionisti, agricoltori, allevatori, produttori, ecc.) oppure filmati realizzati dalla redazione. Insomma, se la ricetta quotidiana di Simone Bianchi sarà l’ingrediente principale di questo programma, i contorni di informazione e curiosità offerti dagli ospiti e dai filmati andranno a dare varietà e leggerezza al Piattoforte quotidiano.
Per i più piccini una “Colazione” sempre più nutriente:
COLAZIONE CON PEO

Dal 4 settembre, tutti i fine settimana alle 8.00 su LA 1.Per il suo quindicesimo compleanno, Peo ha ricevuto un grosso regalo: una nuova casa. Uno studio più grande, attrezzato di tutto punto, dove il cane blu e il suo inseparabile amico Cippete hanno molto spazio in più per appendere i disegni dei bambini, fare ginnastica in casa, nascondersi, fare lavoretti manuali, ospitare tutti i fine settimana amici e conoscenti per parlare, conoscere, scoprire nuove cose, vecchie storie, animali, luoghi, paesi lontani e vicini, vivere avventure e giocare. Per scoprire di che colore sono le pareti della nuova casa, l’appuntamento per la “Colazione con Peo” è ogni sabato e domenica alle 8.00 su RSI LA 1. “Colazione con Peo”, prodotta da Alessia Maestrini con la regia di Giovanni Invernizzi, prevede inoltre la diffusione di diverse serie di cartoni animati e fiction: le animazioni Yakari, Geronimo Stilton, Spongebob, A scuola con l’imperatore, Tak e la magia juju, Ritorno al cortile, e le fiction Ginevra Jones e H2O. TA-PIT (NUOVI!) Il sabato alle 10.25 e la domenica alle 9.25 su LA1.Sono piccoli, leggeri, costruiti con pezzetti di turaccioli, tappi di bottiglie, foglietti di carta, bottoni, piume…. si chiamano TA-PIT e i loro 80 episodi (della durata che varia da un minuto e mezzo a due minuti) saranno visibili tutti i sabato e domenica mattina prima della chiusura di “Colazione con PEO”. I TA-PIT sono dei nuovi amici, compagni di gioco che stimoleranno la creatività e invoglieranno bambini, ragazzi e adulti a costruire, creare, inventare storie, oggetti e giochi per volare con la fantasia, l’ironia e le piccole cose di tutti giorni. Nati e cresciuti da un’idea di Fredi Schafroth e Alessia Maestrini, filmati e illuminati da Renato Volger e gestiti dalla regia di Valerio Thoeni, i TA-PIT hanno scelto la RSI quale parte del loro mondo. S-RINI Gli S-RINI, i cinque simpatici pupazzetti che vivono nella casa di Marco e di sua cugina Cristina facendo di tutto per non farsi scoprire, continuano a vivere le loro storie e avventure tutti i sabato mattina all’interno di “Colazione con Peo”. Storie ed avventure che si sviluppano non solo in casa, ma anche in giro per la Svizzera italiana, dove gli S-RINI incontrano e conoscono luoghi, personaggi, storie e tradizioni curiose e stimolanti per i bambini. Regia Manuel Buetti e Jonathan Vanlamsweerde, produttrice esecutiva Alessia Maestrini.

Le conferme: “Molla l’osso”, “Attenti a quei due”, “Zerovero”
Dopo una stagione coronata da ottimi ascolti, riprendono a settembre su LA 1, dal lunedì al venerdì, i game-show quotidiani che hanno conquistato il favore del pubblico. Apre la serie “Molla l’osso”, che va in onda alle 12.45 dopo il TG. Con Clarissa Tami, ogni giorno quattro “rubaossi” si sfidano in studio per contendersi il ruolo di campione e aggiudicarsi un montepremi di tremila franchi, cui si aggiunge un allettante jackpot, destinato ad aumentare di puntata in puntata. Con il “frizzante” tabellone e i suoi giochi semplici ma intriganti e divertenti, ritorna anche il sondaggio finale, che continuerà a farci scoprire gusti e abitudini degli svizzeri italiani. Anche “Attenti a quei due”, a partire dal 6 settembre alle 20.40, ritorna sugli schermi de LA 1. Due giocatori per puntata, venti minuti di gioco e cinque manche in cui i concorrenti – che non si sono mai incontrati prima – dovranno unire gli sforzi e sfruttare gli indizi per individuare il personaggio misterioso. Presenta Matteo Pelli. Una settimana più tardi, il 13 settembre, Marco Di Gioia sarà nuovamente al timone di “Zerovero”, il gioco pomeridiano in cui due agguerriti concorrenti si sfidano per avere il diritto di affrontare la catena finale. Dalle 18.10 alle 18.55, dal lunedì al venerdì, sempre su LA 1.
Intanto sono aperte le iscrizioni per partecipare ai game-show: sul sito RSI si trovano tutte le informazioni, e gli indirizzi per inviare la propria candidatura.

www.rsi.ch