Garko sarà Rodolfo Valentino Stampa
Scritto da Francesca Motta   
Lunedì 08 Ottobre 2012 00:00

garko14Mercoledì sera le reti Mediaset si sono aggiudicate prima e seconda serata sul pubblico totale rispettivamente con 11.190.000 telespettatori (42.44% di share sul pubblico attivo) e 4.418.000 telespettatori (39.06% di share sul pubblico attivo). In particolare si è registrato un vero e proprio boom d'ascolti per l'ultima puntata della fiction "L'onore e il rispetto-parte terza", che, con 6.629.000 telespettatori totali e il 26.07% di share sul pubblico attivo, ottiene il suo record stagionale ed è il programma più visto della giornata. Intanto al Romafictionfest, Giancarlo Scheri, direttore Fiction Mediaset, ha annunciato durante l’incontro con Gabriel Garko, anche una quarta stagione della serie. ( Foto www.gabielgarko.com. )

 Un periodo di grande lavoro per l'attore che, davanti ad una sala gremita, ha parlato dei suoi progetti futuri, primo fra tutti “Valentino”, la nuova fiction Mediaset, incentrata sulla figura di Rodolfo Valentino. “E’ la prima volta che interpreto un personaggio esistito davvero – ha detto Garko – ci accumunava la passione per il lavoro dell’attore e per rincorrere il nostro sogno entrambi abbiamo dovuto emigrare. Io da Torino mi sono trasferito a Roma, lui dalla Puglia ad Hollywood”. Mostrate in anteprima alcune immagini della fiction, si è visto anche un Garko bravissimo ballerino “Valentino – ha proseguito l’attore – era un ballerino eccezionale, io mi sono dovuto allenare 9 ore al giorno”. E mentre sono ancora in corso le riprese di “Valentino” ("dopo Roma e la Bulgaria, manca ancora da girare una settimana a Cuba") Garko annuncia i successivi progetti : “Farò Dorian Gray, Dr. Jekyll and Mr. Hyde, ed un film per il cinema”, e su Hollywood sembra avere le idee chiare, consapevole che a volte può essere solo uno specchietto per le allodole. “Ho detto no ad Hollywood. Mi avevano fatto delle proposte davvero ‘bruttine’, per usare un eufemismo. Il piatto di Hollywood è molto allettante ma se mi devo sedere a tavola con loro voglio farlo a capotavola”.