SERIE A: BUFFON CHIUDE LA PORTA, INTER IN CHAMPIONS IN EXTREMIS Stampa
Scritto da Alessandro Belli   
Venerdì 25 Maggio 2018 11:22

La Juve chiude battendo il Verona, festeggia il settimo titolo consecutivo e dà l’addio a Gigi Buffon, che conclude dopo 17 stagioni la sua avventura in bianconero. Dopo la vittoria per 2-1 contro l’Hellas già retrocesso, tutti i calciatori e lo staff tecnico dei piemontesi salgono sul palco dell’Allianz Stadium per ricevere le medaglie di Campioni d'Italia 2017-18. Ultimo sul podio, per ricevere la Coppa, il capitano Gianluigi Buffon, alla sua ultima presenza in maglia bianconera e detentore del record di campionati vinti in Italia, ben nove. Il Napoli, invece, incrementa il proprio record di punti in A, chiudendo la stagione a quota 91, cifra mai raggiunta dal club nella propria storia. Mai, inoltre, la seconda del campionato aveva fatto così tanti punti. Contro il motivato Crotone, ultima società a retrocedere, gli azzurri non fanno sconti e si impongono 2-1, con reti di Milik e Callejon nel primo tempo, mentre per gli ospiti accorcia le distanze Tumminello allo scadere. I calabresi lasciano quindi la A dopo due stagioni, col grande rammarico di retrocedere facendo più punti dell'anno scorso. Emozioni all'Olimpico, dove Lazio e Inter si affrontano a viso aperto dando vita a una partita bellissima per conquistare l'accesso alla prossima Champions League. Alla fine, vincono nerazzurri 3-2 dopo che i biancocelesti erano andati avanti due volte nel primo tempo. In avvio i padroni di casa sbloccano la gara grazie a un'autorete sfortunata di Perisic, colpito da un tiro di Marusic destinato sul fondo. La Lazio acquista fiducia e sfiora il raddoppio con una splendida punizione di Milinkovic che si stampa sul palo. Alla mezz'ora, in mischia su angolo, arriva il pareggio di D'Ambrosio. La Lazio però si mostra più in palla, e con una veloce cavalcata di Felipe Anderson in contropiede si riporta in vantaggio prima dell'intervallo. Nella ripresa i padroni di casa paiono controllare il match, ma l'Inter non si arrende e nel giro di tre minuti ribalta il risultato. Pareggia su rigore al 78' Icardi, facendosi perdonare un paio di errori precedenti, passa in vantaggio all'81' con un colpo di testa di Vecino. In mezzo a questi due gol la Lazio subisce l'espulsione di Lulic per doppia ammonizione, rendendo poi difficile il tentativo di raggiungere il pareggio nei restanti minuti. Finisce con l'Inter che festeggia l'ingresso nella prossima Champions, mentre la Lazio deve “accontentarsi” della qualificazione in Europa League. A entrambe, come alle altre squadre che ci rappresenteranno nelle coppe, l'augurio di far più strada possibile e poter riportare in Italia un trofeo europeo. In Europa League ci sarà anche il Milan di Gattuso, che supera 5-1 la Fiorentina e chiude la stagione al sesto posto con 64 punti. AI preliminari ci andrà invece l'Atalanta, sconfitta a Cagliari nel finale di partita, ma alla quale neanche una vittoria in Sardegna sarebbe bastata per scavalcare il Milan. Come detto, l'ultima giornata stabilisce la retrocessione del Crotone, sconfitto al San Paolo dal Napoli 2-1. Restano nel massimo campionato le altre quattro formazioni arrivate a giocarsi la salvezza: l'Udinese che vince in casa col Bologna, la Spal che supera la Sampdoria, il Chievo che si impone sul Benevento e il Cagliari che prevale nel finale sull'Atalanta. I calabresi scendono in B col rammarico di aver collezionato un punto in più della scorsa stagione, quando a 34 festeggiarono la permanenza nella massima serie.