IBRAHIMOVIC TORNA AL MILAN: HO AVUTO PIU’ RICHIESTE A 38 ANNI CHE A 20 Stampa
Scritto da Nicola Nassi   
Domenica 12 Gennaio 2020 00:00

Dopo l'entusiasmo per l’annuncio del suo arrivo al Milan, il 3 gennaio Zlatan Ibrahimovic si è presentato alla stampa da nuovo giocatore rossonero, accompagnato da Zvonimir Boban, Paolo Maldini e Frederic Massara. "Dopo l'ultima partita giocata a Los Angeles, ho ricevuto la chiamata di Paolo Maldini – ha esordito Ibrahimovic - A 38 anni ho avuto più richieste di quando ne avevo 20... Cercavo l'ultima scarica di adrenalina per dare ancora il massimo. Non è stata una decisione difficile. Quando ho lasciato il Milan non volevo andare via, era stata una scelta societaria. L'importante è che ora sono qua, e che voglio migliorare il più possibile le cose. C'era stata la possibilità di tornare qui prima, mi aveva chiamato Leonardo, ma dopo l'infortunio non mi sentivo ancora pronto e volevo proseguire a giocare a Los Angeles perché stavo bene. Sono andato in America per sentirmi vivo. E dopo due campionati in MLS mi sento più che vivo: mi sento pronto per il Milan". La situazione di classifica e di gioco in casa rossonera non è delle più semplici ma Ibrahimovic, come da copione, non sembra aver alcun timore: "Al Milan la pressione è sempre altissima, tutti pretendono i risultati. Possiamo e dobbiamo fare di più, perché siamo il Milan. Voglio aiutare e migliorare la situazione, voglio divertirmi in campo e star bene fisicamente. Sono rimasto fuori un anno per infortunio, ma con lo spirito e la mentalità giusta posso dimostrare di poter tornare ad alti livelli. A 38 anni non bisogna esagerare quando giochi, invece di correre puoi tirare da 40 metri...".