Il 2023 ha registrato un nuovo minimo storico delle nascite in Italia, ormai stabilmente ferme sotto le 400mila unità, con un calo del 3,6% rispetto all’anno precedente. Le donne scelgono di non avere figli o ne hanno meno di quanti ne vorrebbero: nella popolazione femminile in età fertile, convenzionalmente definita tra i 15 ei 49 anni, il numero medio di figli per donna, infatti, è di 1,20, mostrando una flessione rispetto al 2022 (1,24). Molto lontano dal dato del 2010, quando il numero medio di figli per donna aveva raggiunto il massimo relativo registrato nell'ultimo ventennio, pari a 1,44. La contrazione della natalità che accompagna l’Italia da decenni, ormai coinvolge anche la componente straniera della popolazione (nel 2023 meno 3mila nati rispetto all’anno precedente).

La street artist Laika vola in Finlandia per esporre nel prestigioso museo Serlachius, a Mänttä, all’interno della mostra collettiva “MASCHERE. Identità multiple dall'antichità all'arte contemporanea” (tit. or. ‘MASKS. Multiple Identities from Antiquity to Contemporary Art’) curata dalla storica dell'arte italiana Lorella Scacco, che si aprirà l’11 maggio e sarà visitabile fino al 15 settembre. All’interno della mostra – che indaga il ruolo della maschera nella creazione di significato, concentrandosi su tre aspetti principali, quali identità, travestimento e protezione –, Laika espone 4 opere. La prima, Herd Immunity Is Bullshit, realizzata nel 2020, ritrae l'allora premier inglese Boris Johnson nel corpo di una pecora che viene tenuto a distanza da altre tri ovini.

La street artist Laika vola in Finlandia per esporre nel prestigioso museo Serlachius, a Mänttä, all’interno della mostra collettiva “MASCHERE. Identità multiple dall'antichità all'arte contemporanea” (tit. or. ‘MASKS. Multiple Identities from Antiquity to Contemporary Art’) curata dalla storica dell'arte italiana Lorella Scacco, che si aprirà l’11 maggio e sarà visitabile fino al 15 settembre. All’interno della mostra – che indaga il ruolo della maschera nella creazione di significato, concentrandosi su tre aspetti principali, quali identità, travestimento e protezione –, Laika espone 4 opere.

Il John Fante Festival “Il dio di mio padre” e il Piccolo Festival delle Spartenze Migrazioni e Cultura bandiscono la I edizione del concorso letterario internazionale Premio Italia Radici Nel Mondo per racconti inediti, rivolto ad autori/autrici oriundi/e e a italiani/e residenti all’estero. Il tema dell’edizione 2024 è: Le mie radici plurime. Il Premio Italia Radici nel Mondo 2024 è organizzato dal Comune di Torricella Peligna, nell’ambito delle iniziative del MAECI “2024 – Anno delle radici italiane nel mondo”, ed è un’attività culturale che si inserisce all’interno della XIX edizione del John Fante Festival “Il dio di mio padre”, in collaborazione con il Piccolo Festival delle Spartenze.

Se le origini del gelato sono arabe, è stata la maestria italiana a farne un’eccellenza gastronomica apprezzata in tutto il mondo: non a caso, l’Italia è l’unico paese in Europa e nel Mondo ad essere considerato “Patria del Gelato”. Così, in quanto espressione di un prodotto alimentare pregiato, simbolo del know how nostrano, il gelato entra di diritto nella prima Giornata Nazionale del Made in Italy, indetta dal Ministero delle Industrie e del Made in Italy per il 15 aprile: data tutt’altro casuale, poiché segna l’anniversario della nascita di Leonardo Da Vinci, emblema del genio italiano nel mondo. La creatività, in Italia ma non solo, rappresenta da sempre un’opportunità di lavoro: difatti, il settore dei gelati di Unione Italiana Food si compone di 13 aziende, di cui 4 multinazionali, e imprese nazionali di varie grandezze che coprono circa l’80% del mercato nazionale, offrendo lavoro a circa 4.500 occupati.

In un nuovo studio condotto dall'agenzia di comunicazione MARCO in collaborazione con il pioniere della tecnologia di ricerca Cint, viene alla luce l'intricato panorama di opinioni ed emozioni che circondano la cultura del lavoro. Il 3° Rapporto Globale 2024 di MARCO (New Consumer Report 2024) rivela che il 47% dei lavoratori italiani preferisce un modello di lavoro ibrido. L'indagine è stata condotta dal dicembre 2023 al gennaio 2024, coinvolgendo un campione rappresentativo di consumatori in 11 Paesi (Brasile, Francia, Germania, Italia, Messico, Marocco, Portogallo, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti), in collaborazione con Cint, che si è occupato della raccolta completa dei dati del campione di ricerca.

In riferimento all'equilibrio tra lavoro e vita privata sempre più desiderato dai dipendenti, un significativo 70% dei consumatori intervistati a livello globale ha dichiarato che l'attuale cultura del lavoro o le leggi sul lavoro nei rispettivi Paesi consentono loro di raggiungere un buon equilibrio tra lavoro e vita privata. Tuttavia, il 30% ha espresso insoddisfazione, indicando potenziali aree di miglioramento nella cultura del lavoro e nei quadri legislativi. L’Italia si colloca perfettamente in questa media, con il 67% che si dichiara soddisfatto e il 33% che non lo è. Tra i Paesi in cui i dipendenti sono più soddisfatti dell'equilibrio tra lavoro e vita privata figurano il Regno Unito e il Sudafrica (entrambi al 77%), la Francia (76%) e il Messico (73%), mentre il Portogallo è il Paese che presenta la percentuale più bassa (56%).

È il Bottega Gold, prodotto dalla trevigiana Bottega spa, il Prosecco più ricercato al mondo. Nella sua inconfondibile ed iconica bottiglia interamente dorata, Bottega Gold non solo è il più venduto spumante (la lista comprensiva dello champagne) nei duty free e nel travel retail, davanti al Moet & Chandon ma è anche il prosecco più richiesto nel mondo. Lo afferma Wine Searcher, il più diffuso portale di ricerca del settore, che tiene sotto controllo ben 13 milioni di etichette di vino.

In un nuovo studio condotto dall'agenzia di comunicazione MARCO in collaborazione con il pioniere della tecnologia di ricerca Cint, viene alla luce l'intricato panorama di opinioni ed emozioni che circondano la cultura del lavoro. Il 3° Rapporto Globale 2024 di MARCO (New Consumer Report 2024) rivela che il 47% dei lavoratori italiani preferisce un modello di lavoro ibrido. L'indagine è stata condotta dal dicembre 2023 al gennaio 2024, coinvolgendo un campione rappresentativo di consumatori in 11 Paesi (Brasile, Francia, Germania, Italia, Messico, Marocco, Portogallo, Sud Africa, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti), in collaborazione con Cint, che si è occupato della raccolta completa dei dati del campione di ricerca.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework