“I Conservatori sono laboratori di alto artigianato artistico ed una delle realtà italiane più internazionalizzate”. Così il Ministro dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini, intervenendo questa mattina alla presentazione del progetto vincitore del concorso internazionale per costruire il nuovo campus del Conservatorio di Milano nella periferia di Rogoredo, il “Bosco della Musica”.

L’annuncio è arrivato direttamente dal Ministero della Cultura che lo ha proposto: la via Appia si candida ad entrare a fare parte dei siti dell’Unesco.
“Il sito “Via Appia. Regina Viarum” è stato inserito dal 2006 nella Lista propositiva italiana”, ovvero “l’elenco dei beni che ogni Stato membro della Convenzione UNESCO 1972 sulla protezione del patrimonio culturale e naturale deve presentare all’UNESCO per far conoscere le proposte di candidatura future”, ha affermato Angela Maria Ferroni del MiC – Ufficio Unesco. “Il sito verrà presentato nella tipologia dei “seriali”, formato da più componenti, lungo i tracciati dell’Appia claudia e dell’Appia traiana”.

Nell’ambito della XXII edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo (SLIM), appuntamento annuale che si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, sabato 22 ottobre si terrà a Perth la VII Conferenza Nazionale degli Insegnanti di italiano in Australia.
Tutti i docenti di italiano del Paese potranno incontrarsi, in presenza o in modalità streaming, per dissertare sul tema scelto quest’anno dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per la SLIM: “L’italiano e i giovani. Come, scusa? Non ti followo!”.

Dimenticate l’icona, così stereotipata e lontana dall’attualità, della casalinga anni Cinquanta intesa solo ed esclusivamente come angelo del focolare, con buona pace di sogni e ambizioni della stessa. Ma dimenticate anche l’icona, altrettante stereotipata, della donna in carriera, impegnata in modalità full time, come si conveniva nei frenetici anni Ottanta e Novanta, nel rifuggire dal ruolo di casalinga, innamorata di successo e progresso.

Fino  a venerdì 18 tornano a Lucca le Conversazioni in San Francesco, manifestazione ideata e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Tema della IX edizione è “Il racconto dei racconti”, titolo che rimanda idealmente a quello della celebre raccolta di fiabe barocca, “Lo Cunto de li Cunti”, scritta da Giambattista Basile, che ha esercitato il suo fascino su trecento anni di letteratura italiana ed europea, una narrazione che vede susseguirsi, a ruota, tante storie, tutte legate tra loro.

Sebastião Salgado è un noto fotografo contemporaneo che sa meglio di quasi chiunque altro come documentare il finito in forma visiva. Nato in Brasile, ha dedicato la sua mostra di successo "Amazônia", che è già stata visitata da quasi un milione di persone in tutto il mondo, alla foresta pluviale più grande del mondo e alla sua popolazione indigena.

“Smombie”, la parola (crasi tra le parole “zombie” e “smartphone”) che descrive “chi cammina per strada senza alzare lo sguardo dallo smartphone” entra di diritto nel vocabolario online della Treccani. La notizia arriva direttamente dall’enciclopedia per antonomasia italiana.
Ognuno di noi ha sicuramente già incontrato non uno, ma moltissimi smombie. Molto più che una parola. Un vero e proprio fenomeno sociale ormai in diffusione costante, tanto capillare da essere giudicato ormai ordinario e da non sorprendere più.

“Questo premio è per gli ucraini che combattono sul campo. Per quelli che sono stati costretti a fuggire. Per quelli che hanno perso parenti e amici. Per tutti quelli che si alzano e combattono per ciò in cui credono. So che il coraggioso popolo ucraino non si arrenderà, e non lo faremo nemmeno noi”. Così la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola annunciando ieri in plenaria l’assegnazione del Premio Sacharov 2022 per la libertà di pensiero al “coraggioso popolo ucraino, rappresentato dal suo Presidente Zelenski, dai leader eletti e dalla società civile”.

Sarà inaugurata il 4 novembre, alle ore 18.00, presso la Wasserkirche di Zurigo la video-installazione “Verdrängung” di Francesco Bertocco, promossa dall’Istituto Italiano di Cultura e curata da Francesca Ceccherini.
Soggetto di questa indagine visiva è la Transcranial Magnetic Stimulation (TMS), una “cura” contemporanea considerata una terapia-elisir che oggi permette all‘essere umano di cancellare i propri ricordi relativi ad eventi traumatici. Attraverso l’utilizzo di onde magnetiche inviate direttamente al cervello, la TMS plasma infatti il tessuto neuronale del paziente e lo modella per modificarne il comportamento.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework