World tourism event UNESCO 24/26 settembre 2020 Stampa
Scritto da Mauro Bardaglio   
Sabato 19 Settembre 2020 00:00

Si svolgerà dal 24 al 26 settembre il prossimo World Tourism Event Unesco al WeGil di Roma, hub culturale nel cuore di Trastevere. Il Salone Mondiale Città e Siti Unesco vedrà i partecipanti al salone ospitati in questo spazio innovativo e funzionale della Capitale, facilmente raggiungibile dal pubblico, per far conoscere la propria offerta turistica e promuovere un turismo culturale più consapevole e responsabile. Naturalmente, saràposta particolare attenzione al rispetto delle norme anti-Covid, per garantire una fruizione sicura, oltre che piacevole, del salone.

Prenderanno parte all’evento, oltre alla Regione Lazio, partner dell'evento, la Regione Veneto, la Cittàdi Assisi, la Città metropolitana di Napoli, la Fondazione Barumini, la Fondazione Aquileia, il Parco della Sila, l’Ente del Turismo di Gran Canaria, e, per la prima volta, il Guatemala; l'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale, Fiavet, Federalberghi.

“Nella consapevolezza della necessità di misure straordinarie e di un impegno serio e condiviso per far ripartire il turismo così duramente colpito dalla situazione di emergenza che stiamo ancora vivendo - spiega Marco Citerbo, direttore del Wte Unesco - il Wte 2020 sarà il primo evento di promozione turistica in calendario nel secondo semestre. La manifestazione rappresenta un punto di inizio per la ripresa e anche un’occasione per valutare un nuovo modello economico di turismo, focalizzato sulla cura dei territori, sulla loro cultura e sulla qualità dei servizi offerti”, aggiunge Citerbo. “Stiamo lavorando per offrire agli operatori e al pubblico un evento ancora più orientato al futuro. L’emergenza ha messo in seria crisi il settore, ma non solo, ha messo in crisi molte nostre certezze. È, quindi, necessario ripartire con idee, sistemi e strategie diverse”, conclude Citerbo.

Dal 2017, partecipano al Wte Unesco non solo siti e città già inserite all’interno della Unesco World Heritage List, ma anche i club Unesco e i comuni che hanno presentato la candidatura di un bene o sito all’interno della Tentative List. Per questi ultimi, infatti, il salone rappresenta un’importante occasione di promozione e di scambio di pratiche in vista del riconoscimento a bene Unesco.

La manifestazione è organizzata da M&C Marketing Consulting in collaborazione con la Regione Lazio, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MiBact, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale, Bto Educational, Enit, Fiavet, Federalberghi Roma, Confindustria Alberghi e la collaborazione di Ficlu e Istituto Ipseoa Tor Carbone Roma.