Notice
I 70 anni di Volkswagen in Svizzera Stampa
Scritto da Graziano Guerra   
Giovedì 10 Maggio 2018 07:33

g VW 25 Maggiolini 70 anni VW-CH 08Rievocazione storica con 25 Maggiolini della prima importazione ufficiale

 AMAG ha celebrato il 70 ° anniversario d'importazione Volkswagen rievocando un pezzo di storia automobilistica svizzera. 25 Maggiolini originali costruiti fra il 1948 e il 1953, hanno ripetuto sabato scorso la prima operazione sdoganamento e consegna d’importazione, attraversando in colonna, come nel 1948, la frontiera di Lörrach. 

70 anni fa, una colonna di veicoli grigi e neri si era formata al valico doganale di Lörrach, fra Germania e Svizzera. Fu uno dei primi contingenti della produzione post-bellica della Volkswagen Typ 1, detta comunemente Maggiolino. Avevano lasciato la fabbrica di Wolfsburg in direzione della Svizzera attraversando una Germania che al tempo aveva strade in gran parte vuote.

Sull'altra sponda del Reno, aspettavano con ansia i concessionari svizzeri VW della prima ora. Con il cappello in testa e un sigaro all'angolo della bocca, ritirarono in contanti gli agognati veicoli per consegnarli subito dopo ai loro clienti in tutta la Svizzera. L’operazione fu organizzata da AMAG Automobil- und Motoren AG, società di importazione che Walter Haefner aveva rilevato da una bancarotta. Haefner si rese subito conto delle potenzialità della solida Marca tedesca e firmò il 29 aprile 1948 il contratto d’importazione di modelli Volkswagen.


{gallery}maggiolini{/gallery}

Fu l’inizio di una storia di successo: negli anni del dopoguerra in Svizzera, e per molti anni a seguire, il Maggiolino fu l'automobile più venduta; con l'ultima consegna nel 1983, in totale furono 320.637 le unità vendute. In seguito, la simpatica autovettura dal tipico sound del motore posteriore raffreddato ad aria, ha consegnato il testimone alla Golf, modello che a sua volta, sin dalla metà degli anni settanta, per più di 40 anni ha guidato le classifiche di vendita svizzere. 

Sabato 5 maggio, AMAG ha rievocato la prima importazione VW con la «Käfer-Karawane», un evento memorabile nella storia automobilistica svizzera. Tra l'altro, la manifestazione è stata resa possibile da un permesso speciale delle amministrazioni doganali di Germania e Svizzera. I funzionari erano presenti nelle divise storiche e Peter Schmid, direttore di Volkswagen Svizzera, ha ringraziato e presentato un modello con il tipico lunotto posteriore a forma di «Brezel».

«Brezel-Käfers» questo il nomignolo affibbiato al primo Maggiolino, per via del finestrino posteriore diviso e somigliante alla famosa ciambella salata germanica. Successivamente, i 25 Maggiolini hanno superato la frontiera in convoglio, esattamente nello stesso punto di 70 anni fa. I proprietari, gli amici e gli appassionati hanno poi raggiunto Aarau, sfilando per le strade di Birsfeld, Kaiseraugst, Rheinfelden. Successivamente, passando per Sursee, hanno raggiunto il Museo dei trasporti di Lucerna dove, con i partecipanti al raduno "Raid Young Raiders Challenge" e altri proprietari di Maggiolini hanno dato vita a uno speciale "Beetle Festival".