Costruire un futuro sostenibile per le nuove generazioni. Educazione, competenze e green jobs” che si svolgerà mercoledì 24 aprile alle ore 17:00 al Circolo dei Lettori di Torino, in via Bogino 9. L’evento è organizzato dalla RUS Piemonte – Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile, nell’ambito della Planet Week.

L'Aquila è la Capitale italiana della Cultura 2026. A proclamarla è stato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, il 14 marzo a Roma, nella Sala Spadolini del Ministero, alla presenza dei rappresentanti delle 10 città finaliste: Agnone (Isernia), Alba (Cuneo), Gaeta (Latina), L’Aquila, Latina, Lucera (Foggia), Maratea (Potenza), Rimini e Treviso, Unione dei Comuni Valdichiana Senese (Siena). In collegamento video Matteo Ricci, sindaco di Pesaro Capitale italiana della Cultura in carica, e Francesco Miccichè sindaco di Agrigento Capitale italiana della Cultura 2025. La città vincitrice, grazie anche al contributo statale di un milione di euro, potrà valorizzare, per il periodo di un anno, i propri caratteri originali e i fattori che ne determinano lo sviluppo culturale, inteso come motore di crescita dell’intera comunità.

L’Ottava Giornata del Design italiano è stata celebrata ad Adelaide con una conversazione tra l’architetto Thomas Masullo, Direttore di Woods Bagot, uno degli studi di architettura più famosi al mondo, e il Designer Jim Hannon-Tan, esperto di design industriale la cui attività, ispirata dalla convergenza tra arte e tecnologia, lo ha portato a collaborare con alcune tra le più prestigiose imprese a livello globale. Nel corso della conversazione, moderata dalla docente di design dell’Università del South Australia, Anna Brown, i due testimonial si sono confrontati sul tema scelto per l’edizione 2024 della Giornata del Design:

Dopo il successo di “Imagine Picasso”, la nuova mostra immersiva “LEONARDO DA VINCI – UOMO UNIVERSALE” inizia il 25 aprile 2024 nella sala delle luci MAAG di Zurigo. Con modelli delle sue invenzioni, immagini, contributi video e una produzione elaborata e coinvolgente, la mostra accompagna i visitatori in un viaggio attraverso la vita del genio e può essere vista per la prima volta in Svizzera.

La ricorrenza offre alla redazione e all’editore Fontana Edizioni di Pregassona l’opportunità di ripercorrere la storia del bimestrale fondato nel 1974 da Renato Fontana, all’epoca alla testa della tipografia di cui sono ora titolari i figli Raoul e Ruben.

Giorgio Passera, che per una decina d’anni ha diretto “Terra ticinese”, prima di cedere il testimone lo scorso anno al collega Ivan Pedrazzi, ha svolto una ricerca capillare, che sarà pubblicata a puntate sulle sei edizioni della rivista. Intitolato “La preistoria”, il primo capitolo è uscito sul numero di febbraio, che inaugura il 2024. Gli altri seguiranno nelle prossime edizioni, fino a dicembre con la puntata conclusiva dedicata al presente. 

E’ stata inaugurata negli spazi dell’Istituto italiano di cultura di New York la mostra “Trash to Beauty” di Brett Littman, un caso di studio su come Peccioli, una piccola cittadina collinare toscana, ha trasformato una discarica in un motore di cambiamento sociale, economico, ecologico, politico e culturale. La mostra - si legge sul sito dell’IIC - resterà visibile fino al 3 maggio 2024.

Nell’anno in cui tutto il mondo celebra il centenario della morte di Giacomo Puccini (Lucca, 22 dicembre 1858 – Bruxelles 29 novembre 1924), arriva in libreria un fumetto appassionante, e storicamente documentato, che ne racconta la vita e l’arte ai più giovani: Io sono Giacomo Puccini di P. Alessandro Polito e Laura Pederzoli, Edizioni Curci collana Curci Young, in collaborazione con CIDIM-Comitato Nazionale Italiano Musica. Il volume sarà disponibile anche in inglese (I am Giacomo Puccini) e grazie alla partecipazione della Direzione Generale per la diplomazia pubblica e culturale del MAECI, in francese (Je suis Giacomo Puccini).

 "La 'lucanità' mi ha fatto prigioniero col vecchio trucco di lasciarmi libero di andare dove mi pareva. La lucanità vive nella sua geografia, a tratti rigogliosa ed esplicita, a tratti lunare e taciturna, da una parte boschi, vigne, grano, dall'altra occasioni per fare la poesia. La Basilicata è timida, gentile, discreta, interna e per lunghi anni praticamente irraggiungibile. Molti di noi i nostri sogni siamo andati a realizzarli altrove, ma è lì che li abbiamo fatti, è da lì che abbiamo immaginato il mondo, è lì che inconsciamente abbiamo allenato la capacità di affrontare il viaggio".

Politecnico di Torino ed Hello Tomorrow, iniziativa globale che dal 2011 aiuta Università e Imprese a trasformare scoperte scientifiche e tecnologiche in prodotti al servizio della collettività, hanno firmato oggi un accordo di collaborazione che mira a rafforzare le attività di trasferimento delle tecnologie sviluppate in Ateneo. Hello Tomorrow, collaborando con università, istituti di ricerca, aziende e investitori in tutto il mondo, connette i diversi attori dell’ecosistema dell’innovazione con l'obiettivo comune di valorizzare le soluzioni “Deep-Tech” sviluppate nei centri di ricerca più avanzati.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework