Nel quarto trimestre del 2023 si stima che il prodotto interno lordo (Pil), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, sia aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,5% in termini tendenziali. Lo rende noto l’Istat. Il quarto trimestre del 2023 ha avuto tre giornate lavorative in meno rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al quarto trimestre del 2022. Lo rende noto l’Istat.

 Il commercio soprattutto per i cittadini marocchini, le costruzioni per i titolari romeni e manifattura e intrattenimento per i cinesi. Le imprese straniere crescono sensibilmente anche nel 2023 e raggiungono il numero di 657 mila, il 10% in più rispetto a 5 anni fa, mentre quelle con titolari italiani nello stesso periodo sono diminuite del 3%. I dati Unioncamere-InfoCamere aggiornati al 30 giugno 2023 sulle imprese straniere iscritte al Registro delle imprese delle Camere di commercio indicano un saldo positivo per 14.500 unità nei primi sei mesi di quest’anno, frutto di 35.501 iscrizioni e 20.923 cessazioni.

Il Consorzio di Tutela del Prosecco DOC ottiene una nuova vittoria contro l’Australian Wine and Grape Inc. (AGWI), confermando la validità della registrazione in Cina del marchio "普罗塞克" (PU LUO SAI KE ovvero PROSECCO in caratteri cinesi). Il Consorzio da anni lavora per proteggere la denominazione in Estremo Oriente: infatti ha già ottenuto importanti tutele in Cina, sia grazie alla registrazione del marchio “Prosecco” sia nell’ambito dell’Accordo di cooperazione e protezione delle indicazioni geografiche tra l’Unione europea e il governo della Repubblica popolare cinese. A questo si aggiunge il marchio in ideogrammi cinesi contestato dall’AGWI che ha interesse a esportare i vini australiani etichettati come “prosecco” anche in questo mercato.

In una nota Charles Michel (presidente del Consiglio europeo), Paschal Donohoe (presidente dell'Eurogruppo), Christine Lagarde (presidente della Banca centrale europea), Roberta Metsola (presidente del Parlamento europeo) e Ursula von der Leyen (presidente della Commissione europea) hanno ricordato che “Il 1º gennaio 1999 l'euro entrava in vigore come moneta unica di 11 Stati membri dell'UE. Da un quarto di secolo al servizio della nostra economia, l'euro semplifica la vita di 350 milioni di persone in 20 paesi.

L'ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione ufficiale italiana alla Fiera internazionale ISM che si terrà a Colonia dal 28 al 31 gennaio. Si tratta - si legge sul sito di ICE - della fiera leader mondiale per i prodotti dolciari e gli snack. La manifestazione, che rappresenta l'intera catena del valore industriale, offre un’ampia panoramica di prodotti a marchio registrato con proposte innovative per il settore e stimolanti occasioni di networking tra espositori qualificati e visitatori specializzati.

Come hanno cercato di affrontare, nell’ultimo anno, l’aumento delle rate gli italiani? Il 21% dei rispondenti con un mutuo a tasso variabile ha dichiarato di aver rinegoziato le condizioni con la propria banca, mentre poco meno del 7% ha optato per una surroga. Non manca chi, per alleggerire il peso delle rate, ha deciso di estinguere parzialmente il mutuo (6,4%) e chi, invece, ha allungato la durata del finanziamento (4%). Non tutti però, sono riusciti a trovare una soluzione; il 27,9% dei mutuatari con un finanziamento variabile ha dichiarato di aver provato a rinegoziare le condizioni con la propria banca ma di non esserci riuscito, mentre quasi 1 su 4 (24,3%) ha provato a surrogare il mutuo senza successo.

La Commissione europea ha dato il 22 novembre il via libera al decreto italiano di incentivazione alla diffusione dell’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili. “Siamo di fronte a una svolta, a una nuova fase storica nel rapporto tra cittadini ed energia”, commenta il Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto. “Ora le Comunità energetiche rinnovabili – spiega - potranno diventare una realtà diffusa nel Paese, sviluppando le fonti rinnovabili e rendendo finalmente il territorio protagonista del futuro energetico nazionale.

Nel terzo trimestre del 2023 il prodotto interno lordo (Pil), espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2015, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è cresciuto dello 0,1% sia rispetto al trimestre precedente, sia nei confronti del terzo trimestre del 2022. Lo rende noto l'Istat. La crescita congiunturale del Pil diffusa il 31 ottobre 2023 era risultata nulla così come quella tendenziale. Il terzo trimestre del 2023 ha avuto tre giornate lavorative in più del trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al terzo trimestre del 2022. La variazione acquisita per il 2023 è pari a +0,7%, uguale a quella stimata il 31 ottobre 2023.

“La COP28 si è svolta in un momento decisivo nella lotta contro la crisi climatica, un momento che richiede la massima ambizione sia nella riduzione delle emissioni di gas serra che nella giustizia climatica. I temi della transizione energetica e del futuro dei combustibili fossili sono stati al centro dell’attenzione. Il Global Stocktake ha chiaramente riaffermato l’imperativo di limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi, il che richiede una drastica riduzione delle emissioni globali di gas serra in questo decennio. Inoltre, per la prima volta, il risultato riconosce la necessità di abbandonare i combustibili fossili, dopo molti anni in cui la discussione su questo tema è stata bloccata.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework