“Smombie”, la parola (crasi tra le parole “zombie” e “smartphone”) che descrive “chi cammina per strada senza alzare lo sguardo dallo smartphone” entra di diritto nel vocabolario online della Treccani. La notizia arriva direttamente dall’enciclopedia per antonomasia italiana.
Ognuno di noi ha sicuramente già incontrato non uno, ma moltissimi smombie. Molto più che una parola. Un vero e proprio fenomeno sociale ormai in diffusione costante, tanto capillare da essere giudicato ormai ordinario e da non sorprendere più.

“Questo premio è per gli ucraini che combattono sul campo. Per quelli che sono stati costretti a fuggire. Per quelli che hanno perso parenti e amici. Per tutti quelli che si alzano e combattono per ciò in cui credono. So che il coraggioso popolo ucraino non si arrenderà, e non lo faremo nemmeno noi”. Così la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola annunciando ieri in plenaria l’assegnazione del Premio Sacharov 2022 per la libertà di pensiero al “coraggioso popolo ucraino, rappresentato dal suo Presidente Zelenski, dai leader eletti e dalla società civile”.

Sarà inaugurata il 4 novembre, alle ore 18.00, presso la Wasserkirche di Zurigo la video-installazione “Verdrängung” di Francesco Bertocco, promossa dall’Istituto Italiano di Cultura e curata da Francesca Ceccherini.
Soggetto di questa indagine visiva è la Transcranial Magnetic Stimulation (TMS), una “cura” contemporanea considerata una terapia-elisir che oggi permette all‘essere umano di cancellare i propri ricordi relativi ad eventi traumatici. Attraverso l’utilizzo di onde magnetiche inviate direttamente al cervello, la TMS plasma infatti il tessuto neuronale del paziente e lo modella per modificarne il comportamento.

Che sia un romanzo o un saggio, l’ultimo caso giallo del proprio investigatore preferito o l’epopea fantasy che si aspettava da mesi, leggere prima di addormentarsi è una pratica davvero positiva. In primo luogo, per i nostri occhi, ormai costantemente focalizzati su schermi di computer, tablet e smartphone e quasi disabituati a seguire frasi e parole sulle pagine. Proprio nella lettura, i nostri occhi trovano un riposo dal mondo digitale nel quale sono impegnati ogni giorno.

16 autori, 11 case editrici, 4 chef, 2 influencer, 5 workshop per ragazzi, 4 spettacoli, 2 show itineranti, 1 mostra e tante idee, storie e spunti di riflessione, confronto e dialogo. Si presenta così l'Italia alla 41ª edizione della Fiera Internazionale del Libro di Sharjah, la più grande fiera letteraria del mondo arabo, che sia terrà dal 2 al 13 novembre e in cui è invitata come Paese Ospite d'Onore.

Dal gas ai barattoli, dal gasolio alle etichette, è in arrivo uno tsunami sui prezzi del cibo in Italia con un autunno caldissimo sul fronte economico con la produzione agricola e quella alimentare che in Italia assorbono oltre il 11% dei consumi energetici industriali totali. E’ l’allarme lanciato da Coldiretti in riferimento agli spaventosi rincari delle bollette che colpiscono imprese e famiglie.

Il report Istat sui disoccupati e gli occupati nel mese di luglio 2022 mostra un doppio scenario: da un lato la diminuzione tanto degli occupati quanto dei disoccupati, dall'altro la crescita degli inattivi. L'occupazione scende di 0,1 punti percentuali, con un calo di 22mila unità; il calo riguarda soprattutto le donne, i dipendenti e gli autonomi di tutte le età, fatta eccezione per gli over 50.

La corsa di inflazione e bollette taglia la ripresa dei consumi. Senza un’inversione di tendenza, l’aumento di prezzi e utenze – e l’incertezza che ne consegue - porterà a una minore spesa delle famiglie di 34 miliardi di euro in due anni: -21 miliardi – pari a -2,3 punti percentuali rispetto alle previsioni – nel 2022, e -13 miliardi nel 2023. Un rallentamento che avrà un forte impatto su tutta l’economia: la frenata dei consumi determinerà infatti anche una minore crescita del Pil dell’1,3% nel 2022 e dello 0,8% nel 2023.

"Non c’è tempo da perdere e non possiamo aspettare le elezioni e il nuovo Governo ma bisogna intervenire subito sui rincari dell’energia a famiglie e imprese che mettono a rischio una filiera agroalimentare che dai campi alla tavola vale 575 miliardi di euro, quasi un quarto del Pil nazionale, e vede impegnati ben 4 milioni di lavoratori in 740mila aziende agricole, 70mila industrie alimentari, oltre 330mila realtà della ristorazione e 230mila punti vendita al dettaglio".






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework