Diodato il primo ospite italiano annunciato da RAI per la 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest. L’artista – che avrebbe dovuto partecipare allo show internazionale nel 2020, poi cancellato a causa della pandemia – si esibirà sul palco del Pala Olimpico di Torino nel corso della prima semifinale, il 10 maggio, interpretando “Fai Rumore”, brano vincitore del Festival della Canzone Italiana di Sanremo 2020.  Lo spettatore della 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest – in onda su Rai 1 il 10 e il 12 Maggio (con le due semifinali) e il 14 Maggio, con la gran finale – sarà immerso in un teatro delle meraviglie. Organizzata dall’EBU (European Broadcasting Union), la principale alleanza mondiale dei Media di Servizio Pubblico - con Rai quale Host Broadcaster (Emittente Ospite) - e con la conduzione internazionale dello show affidata a Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, questa edizione vedrà partecipare 40 Paesi:

I Meduza, direttamente da Harvard, raccontano l’esperienza unica vissuta lo scorso venerdì, 22 aprile, con gli studenti dell’Electronic Music Collective del celebre e rinomato College statunitense. Dopo aver scalato le classifiche globali ed essersi affermati come il più grande gruppo italiano di sempre in termini di streaming, il trio di producer italiani più famoso al mondo si è aperto il 26 aprile a una conversazione sul percorso artistico che li ha portati in vetta, e a un Q&A con i ragazzi dell’ateneo di Boston. 

Dal 20 maggio al 20 ottobre prossimi, il Museo Segantini a St. Moritz in Svizzeraospiterà la mostra “Segantini. All’ovile. Genesi di un capolavoro”. L’esposizione, curata da Annie-Paule Quinsac, autrice del catalogo ragionato di Segantini, e prodotta in collaborazione con le Gallerie Maspes di Milano, presenta una delle opere divisioniste più importanti del maestro trentino, realizzata nel 1892.

Ornella Vanoni è la prima artista a cui viene conferito il Premio Tenco Speciale che sarà assegnato dal Club Tenco il 24 aprile al Casinò Municipale di Sanremo durante l’evento “Per te, Ornella - Serata di parole e musica”. Nel corso della serata, che avrà inizio alle ore 21.00, Ornella Vanoni sarà accompagnata al pianoforte da Fabio Valdemarin e, oltre ad Antonio Silva, presentatore della Rassegna della canzone d'autore (Premio Tenco), sul palco saranno presenti anche l’autore e cantautore Fabio Ilacqua e il Maestro Mauro Pagani.

Debutterà nel 2023, a 80 anni dalla nascita di Lucio Dalla, il musical con le canzoni dell’artista, costruito su una storia inedita scandita dai più grandi successi del suo sconfinato repertorio. Lo spettacolo sarà prodotto da Sergio De Angelis e da Fabio Massimo Colasanti (che ricopre anche il ruolo di direttore artistico del progetto), in collaborazione con Daniele Caracchi, presidente della Pressing Line (storica etichetta fondata dallo stesso Lucio). Soggetto e sceneggiatura originali saranno di Alessandra Della Guardia e Urbano Lione.

Dopo essersi fatta conoscere e amare dal pubblico italiano collaborando con artisti come Rocco Hunt, Fred De Palma e Federico Rossi, ANA MENA conquista il palco più ambito d’Italia e sarà tra i cantanti in gara alla 72esima edizione del FESTIVAL DI SANREMO con il brano “DUECENTOMILA ORE” (Epic / Sony Music), scritto a sei mani da Rocco Hunt, Zef e Federica Abbate e prodotto da Zef.

Nella serata di venerdì dedicata alle cover, Ana Mena duetterà con Rocco Hunt in un medley che celebra la grande musica italiana.

 Si è sciolto l’11 gennaio il ‘giallo’ sulle cinque figure femminili che affiancheranno Amadeus nelle serate della 72° edizione del Festival di Sanremo, dal 1 al 5 febbraio prossimi. È stato proprio il direttore artistico ad anticiparne i nomi intervenendo nell’edizione del Tg1 delle 20, condotta da Alessio Zucchini. Ad affiancare Amadeus nella conduzione del Festival di Sanremo saranno due icone del cinema italiano, Ornella Muti e Sabrina Ferilli e due altre attrici emergenti come la giovane protagonista della serie 'Suburra', Lorena Cesarini, e uno dei volti della serie rivelazione 'Blanca', Maria Chiara Giannetta

I quattro membri del gruppo pop ABBA doneranno tutte le royalties che riceveranno dal loro nuovo singolo “Little Things” all'Unicef. Le royalties si generano ogni volta che qualcuno acquista il singolo delle feste, tratto dall'ultimo album del gruppo, Voyage, o lo ascolta in streaming su Spotify, iTunes o YouTube.

Grande attesa per le due date previste ad inizio gennaio con l’eclettico Robert Trevino, giovanissimo, messicano ma cresciuto in Texas si è distinto nel 2013 quando a Mosca al Teatro Bol’šoj ha sostituito Vassily Sinaisky sul podio del Don Carlo di Verdi. Da allora la sua carriera è letteralmente volata all’estero e si è esibito con le più grandi orchestre europee, lasciando all’artista sviluppare una grande sensibilità per il repertorio mitteleuropeo. Attualmente è direttore musicale dell’Orchestra Nazionale Basca e Consulente artistico dell’Orchestra Sinfonica di Malmö.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework